Vai al contenuto
15 Mag 2011 / miglieruolo

Una Storia che ricomincia: NOVA SF* 81

Una Storia che ricomincia
Titolo improprio quello con il quale inauguro la nuova rubrica “Letture”. Con questo titolo intendo porre in evidenza un importante evento editoriale del piccolo mondo della Fantascienza italiana e cioè il definitivo affrancamento dell’Elara dalla pesante eredità della Perseo. Con il Numero 81 di Nova SF* infatti si può dire chiusa positivamente la fase di transizione e ha inizio (pur senza che sia stata interrotta la continuità della collana) una nuova vita.


Un buon inizio, mi sento di poter affermate. Non tanto per i contributi narrativi offerti dalla ormai esausta fantascienza anglosassone nella quale Malaguti si ostina a scavare, non senza registrare qualche successo (vedi Sheckley ad esempio); quanto per i buoni apporti saggistici offerti dagli autori italiani. Tra i quali sono da citare il duetto Fazio-Valla, centrato sui risvolti psicoanalitici della Fantascienza, un contributo abbastanza nuovo e capace di offrire a chi voglia materia su cui riflettere e approfondire; la riproposizione dell’antico dramma epistemologico Bellarmino-Galileo, a firma del prof. Salamone, sugli esiti della quale la Chiesa ha in effetti manifestato pentimento, non però effettuato un passo indietro decisivo sulla materia del contendere (sullo stesso tema, ma più brevemente, e sui danni che ne sono seguiti, ho scritto anche io un pezzo per la rivista amatoriale ”Verso Universo”, pezzo successivamente inserito nella rubrica a mio nome aperto dalla Edizioni della Vigna e che apparirà a breve su questo stesso blog); una divertente riflessione di Pestriniero; e, buon ultimo, un pezzo curioso di Piccinini su “Silverberg e i romanzi a chiave”.
Non posso evitare di citare inoltre la parte descrittiva del portafoglio dedicato all’arte postale di De Filippo a cura di Armando Corridore, autore quest’ultimo che, per quanto ne sappia, si sta affacciando adesso alla Fantascienza; e che vanta già, oltre la presentazione oggetto del presente commento, di un buon racconto pubblicato sull’antologia “Il Mistero dell’Ottavo Piano”, Bologna 2009, nella collana Elara Speciale 1, edita per i Soci della Contrada delle Stelle (straordinaria invenzione di Carlo Agricoli che per questa via ha fatto diventare gli iscritti all’associazione un po’ tutti Senesi). Il titolo del racconto è “Aenigma octavi toni”, una dei pochi lavori di sincera fantascienza di cui sappia, nel caso fanta-scienza musicale.
Completano il volume i raccconti di DiFilippo, Bloch, Fambrini, Schmitz, Watson e Schekley; nonché la solita chiacchierata di Ugo Malaguti che sembra piacere alquanto ai lettori. Tant’è che in assenza questi ultimi se ne sono lamentati.
Il numero 81 di Nova SF* può essere richiesto alla Elara al seguente indirizzo:
ELARA s.r.l. Via Fossolo 19, 40138 (Bologna) Tel 051300575
Per avere informazioni sul catalogo e l’attività della Casa Editrice: http://www.elaralibri.it
Mauro Antonio Miglieruolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: