Vai al contenuto
2 giugno 2011 / miglieruolo

Elezioni, ma per giocare un po’ 3

Ricordo la sterile discussione di qualche tempo fa con un fervente (leggi: fanatico) intonatore di “meno male che Silvio c’è”. A un certo punto costui non sapendo cosa altro dire, disse il solito che il capetto butta in faccia agli intervistatori quando sceglie di non attenersi al merito delle risposte chieste. Cioè quello di essere invidiosi dell’ininvidiabile Primo Ministro.
Per la prima volta in vita mia in una discussione politica ho perso la calma. Non limitato a scaldarmi: preso proprio d’aceto. Io voler essere come Berlusconi? Neanche per il doppio dei suoi miliardi!
L’indignazione deve essermi uscita dagli occhi con abbondanza tale che questo aficionados del male a ogni costo, abituato come i suoi camerati a ogni intemperanza verbale e ogni assurdo argomentare (controbattere sembra essere il loro motto, controbattere controbattere e controbattere, sempre e comunque, con qualsivoglia insulso irrilevante e improprio agglomerato di parole, parole in libertà per impedire all’interlocutore di obiettare); ebbene, costui si è letteralmente azzittito. Non ha trovato alcunché da replicare. La prima e ultima volta, in una contesa con un berlusconiano di ferro.
Conseguenza inevitabile, un po’ di ruggine tra noi.
L’ho rincontrato ieri e con la faccia da schiaffi che potete immaginare ho ammesso: sì, è vero, aveva ragione lei, invidio Berlusconi. Oggi specialmente.
Mi ha tolto definitivamente il saluto.

3 commenti

Lascia un commento
  1. donato / Giu 2 2011 15:07

    Grazie Silvio
    Nel momento della prova suprema, il nostro pensiero va a Silvio.

    A furia di evocare il cadavere del comunismo, ha finalmente portato un comunista a sindaco della sua città.

    A furia di chiedere un voto contro i magistrati, è riuscito a far eleggere un magistrato a sindaco di Napoli.

    Grazie Silvio, avanti così.
    (M.Travaglio)

    • Michele Nigro / Giu 2 2011 16:07

      Così come Silvio & Co. dicevano di essere avvantaggiati dalle critiche sterili provenienti da sinistra: infatti si è visto come sono stati avvantaggiati. La critica intelligente e costante prima o poi deve avere un effetto stimolante sulle menti anestetizzate e affascinate degli italiani che hanno votato la videocrazia.

  2. claudio s. / Giu 2 2011 16:33

    ritorno a quanto ho già scritto in un commento precedente, quello sul “dio dimezzato”: il problema è lo stesso che con la religione. siamo in presenza di una FEDE. E’ la fede (oltre che emilio fede, che naturalmente anche lui ha FEDE) che determina questa impossibilità di comunicazione e questa fiducia illimitata. questo “credere nelle favole”, con ostinazione, ad occhi chiusi. e questo vale per chiunque, da qualsiasi parte politica. la FEDE, questo terribile virus, se si installa nella nostra mente, nel nostro DNA ci ottenebra la mente. ecco allora, anche dalle nostre parti, le dichiarazioni da “parrocchietta”: “non puoi dire una cosa simile!” o “non voterei mai così” o, peggio ancora, come una nota di merito: “io ho sempre votato così”.
    non dimentichiamoci mai, caro compagno, la fede che abbiamo avuto: 1) nel sol dell’avvenire 2) in baffone (i nostri genitori) 3) nella nostra organizzazione (“il militante deve difendere sempre la propria organizzazione)

    indubbiamente chi riesce ad ottenere la FEDE, chi riesce ad instillare il virus ha una grande abilità. possiede enormi mezzi di comunicazione (nel passato anche mezzi di coercizione).
    l’importante, se non si vuole finire “come quelli lì” è riuscire a mantenere un sano scetticismo, una simpatica e spassionata ironia e non abbandonarsi mai alla “credulonità”.
    è un piacere che ha milano abbia vinto il mite pisapia contro la moratti e a napoli il magistrato de magistris (nomen omen!) contro l’amico di cosentino. ma attenzione! se sbagliano non debbono essere difesi ad ogni costo. altrimenti facciamo la fine di cui sopra.

Rispondi a Michele Nigro Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: