Vai al contenuto
23 gennaio 2012 / miglieruolo

LAMENTO DI ROBOT IMMIGRATO

A vent’anni trovavo spiritoso scrivere “poesie” simili a quella leggibile qui sotto, che impietosamente propongo. Alle soglie dei settanta un po’ meno.
La propongo per pura curiosità di sapere cosa ne pensate voi. Sempre che mi riteniate meritevole di farmelo sapere…


—–
LAMENTO DI ROBOT IMMIGRATO

Chiovi, chiovi, tempu bruttu,
S’è arruggiatu lu custruttu,
Tengu i ggiunte faticate
Pure l’uocchie su malate.
Bruttu freddu Ummiditati
Si potiti m’aiutati…

Datimi nu pocu ‘nduja
Mu m’aggiustu a meduia.

Trase sottu allu pastranu,
Bagna viti chianu chianu,
Arruvina l’ingranagge,
Fa schiantari li manegge.
Plisk… u… u…
Nun pozzu parlari cchiù.
So ffuttute l’amperagge,
Tengu l’uocchie senza ragge…

Viti svitati!
Track… u… crick…
Crack… u… trick…
Manciai nu pocu
i pollu frittu,
Mmo ‘nun camminu
cchiù drittu.
Mi fannu mali i gangali!
Megghiu nu pocu i maiali.

Doia, treia,
Mamma meia.

Crak… ulf…
Track… bulf…

Senza patri,
Bedda matri!

Mauro A. Miglieruolo
E che Dio abbia pietà di me, dato che i lettori certamente non l’avranno!

Annunci

8 commenti

Lascia un commento
  1. Claudia Marinelli / Gen 23 2012 07:39

    Beh a me ha fatto sorridere, è carina anche se il dialetto non sempre è facile da capire! Perché pensi che sia impietosa? Io la trovo molto simpatica.

  2. miglieruolo / Gen 23 2012 09:18

    Comprendo il Mauro non ancora ventenne, esigo molto di più dal quasi settantenne…

  3. Cettina Lascia Cirinnà / Gen 23 2012 21:16

    Chiovi, chiovi, tempu bruttu,
    S’è arruggiatu lu custruttu,
    Tengu i ggiunte faticate
    Pure l’uocchie su malate.
    Bruttu freddu Ummiditati
    Si potiti m’aiutati…

    molto attuale … il mio primo pensiero, un caro saluto.

  4. miglieruolo / Gen 23 2012 21:20

    Invece sì, pietà l’hanno avuta…

  5. Franco Piccinini / Gen 24 2012 20:29

    A) Io me le ricordo, i tuoi brevi racconti e le tue poesiole. Uscirono nella famigerata rubrica “Il marziano in cattedra”, in appendice ad Urania. Le ho sempre trovate simpatiche e alcune, come quella che hai citato qui, mi sembrano ancora valide.
    B) <> Quando c’è il talento, si vede subito. La maturità arriva dopo, col tempo. (A proposito: per quelli che come me vengono dal Profondo Nord: il dialetto è calabrese, vero?).
    C) “Il marziano” fu una rubrica che fece più che altro danno alla SF italiana, ma ha avuto alcuni pregi, tra cui, per l’appunto, i tuoi primi tentativi (che non erano affatto male) e anche quelli di qualcun altro: mi ricordo di Giancarlo Castello e di Maurizio Lipparini, tra gli altri.
    Perchè non ne raccogli un piccolo florilegio, di questi testi, e li aggiungi in appendice a una tua futura antologia?

  6. miglieruolo / Gen 24 2012 20:48

    Grazie. Non trascurerò l’idea. Che potrebbe trovare realizzazione anche quest’anno (con un libro edito da Petruzzelli).
    Il dialetto è calabrese, con qualche licenza di napoletano. Per esempio “uocchie” avrebbe dovuto essere “ojjhi” con la “j” dura, consonante… Ma suonava orribilmente e si sarebbe ancor meno capito. Ho optato per una sorta di melange dialettale…

    Guarda bene nel blog: troverai racconti editi e inediti. Su about, in alto a destra, uno dei miei migliori. Altri seguiranno.

    Se mi mandi un piccolo pezzo sul tuo libro: Scienza medica & fantasie scientifiche, sarò più che lieto di ospitarlo sul mio blog. L’argomento è interessante. Alla prima occasione cercherò di procurarmi il testo. Non ce l’ho, altrimenti la presentazione l’avrei fatta io.

  7. Psicopompo Persone Libro / Ott 25 2015 11:19

    Io ho letto questa poesia 50 anni fa (forse di più) su un numero di Urania e mi ha talmente colpito che ancora la ricordo (in parte).
    C’era, però una piccola differenza. Io ricordo così i primi quattro versi:
    Chiovi, chiovi, tempu bruttu
    S’è arruggiatu lu custruttu
    Acqua, ventu, umiditati
    tengo i ggiunti faticati
    Scusandomi per la mia scarsa conoscenza del dialetto

    • miglieruolo / Mar 15 2016 19:20

      La “poesia” è stata modificata. Ho presunto di aggiustarla, non vorrei averla rovinata del tutto.
      Spero un giorno o l’altro di riuscire a crearne una seconda. Migliore. Quella di cui parliamo, ignoro il perché, è piaciuta a molti. Dunque, qualsiasi cosa io ne pensi, sono in obbligo di ritentare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: