Vai al contenuto
23 febbraio 2012 / miglieruolo

Circa (forse circo)

L’ho dislocata qui, non troppo vicina alla data di prima pubblicazione, per restituirla ai lettori pregressi e offrirla ai nuovi. Una poesia compatta nella quale il linguaggio controllato del profondo si dissolve, in prima lettura, nella chiarezza dei significati. Durante la seconda e poi la terza ben altro è il discorso. Durante la seconda e la terza appare una sorta di disegno libero, ma a colori; un trittico antico senza cornice.


Basta dunque con le ciance, gli elogi, le malversazioni dei commenti improvvisati. Solo cercare di capire. E spesso non capisco. O meglio, ci arrivo e non ci arrivo. Perché uso l’intelligenza e qui molto è questione di “sentire”. Di entrare in sintonia. Non una volta per tutte. Ogni volta. La poesia è donna, vuole essere corteggiata all’infinito, non essere data per scontata. Vuole il più della tua attenzione. Non le basta che tu le dica bella, vuole che di questa bellezza, che è sostanza d’umanità, tu ne faccia buon uso. Diventare partecipe delle creazione, insieme a lei, creato.
Perciò mi concedo la licenza di aggiungere all’immagine scelta da Cristina una mia, come un fiore dato alla persona amata (e speriamo, come è capitato a un mio amico, non sia un crisantemo).
Mauro Antonio Miglieruolo


Circa (forse circo)
di cristina bove

Immagine

Ora di punte infisse
ballano topi zingari nel muro
in ore antelucane arricciano le frange
e certo non è facile resistere
allo squittire ossianico
monotonia che affabula e sconcerta
__perché le cose sfumano e si stingono__

gli spiccioli raccolti per la strada
in mani sconosciute nel soqquadro
gemme di quarzo additano
a un’ospite affacciata – ormai lontana –
il tè fiorito d’ambra
consigli d’amnesie
__ma le cose taciute non si estinguono__

E c’è chi rischia il fiato
andando a meta
sotto uno chapiteau di scorza nera.

Annunci

6 commenti

Lascia un commento
  1. cristina bove / Feb 24 2012 10:58

    grazie, caro Mam.
    sai che sto affrontando giorni difficili.
    appena sarò più serena sarò anche più presente.

    cri

    • miglieruolo / Feb 24 2012 11:20

      tu sei sempre presente…
      nel mio blog mi basterà sia a lungo

  2. rossella / Feb 24 2012 13:28

    Bellissimo, verissimo, ciò che dice Miglieruolo in merito alla poesia.

    Splendida la poesia “ma le cose taciute non si estinguono” il mio verso preferito.

    Saluti cari al padrone di casa, bacio a Cristina

  3. rossella / Feb 24 2012 19:43

    Chiedo scusa, l’anonima sono io. Non solo non ero bloccata, non ho neanche firmato!!!!!!

    Rossella

  4. miglieruolo / Feb 24 2012 21:51

    con firma o senza, sei sempre benvenuta.

Trackbacks

  1. Segnali di « cristina bove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: