Vai al contenuto
19 marzo 2012 / miglieruolo

Canto dell’Argonauta – 16

Saltiamo il IV sonetto, rimandato a dicembre (al prossimo Natale) e passiamo al quinto.
Io questa sedicesima composizione l’ho trovata molto bella. E voi?


Mauro Antonio Miglieruolo
——

Quarta Strofe – Sonetti

V
Peregrinar soave, mentre muore
dell’ingordigia l’ultimo fomento,
e si ravviva il labile sapore
dei misteri che, spesso, più non sento.

Peregrinar soave, nel dolore
dell’ascesi, per giungere a un momento
che dell’eternità rechi il valore,
ancor ch’io sia a questa vita intento.

Andare, andare, forse senza meta,
o forse dove nasce l’amarezza
dell’essere dal vivere disgiunto.

Peregrinar soave, nella lieta
attesa di svanire nella brezza
e divenir pian piano solo un punto.

VITTORIO FABRIZIO

2 commenti

Lascia un commento
  1. 黒子 くろこ kuroko / Mar 19 2012 12:30

    è davvero bellissima. per un momento mi ha folgorato.

  2. cristina bove / Mar 21 2012 21:13

    sonetto perfetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: