Vai al contenuto
6 giugno 2012 / miglieruolo

Ha ancora un senso considerare il PD parte della sinistra?

Non per far arrabbiare i fedelissimi del PD, ma per sottolineare la situazione paradossale in cui siamo: il partito che dovrebbe rappresentare la sinistra ha ormai ben poco a che fare con la sinistra. Sempre che per sinistra si intenda difesa almeno degli interessi immediati delle masse popolari in genere e del lavoro in particolare.

Non credevo comunque saremmo arrivati al punto di considerare l’abbandono dei residui (alias avanzi) del vecchio e glorioso PCI una iniziativa definibile di sinistra. Ma così è, purtroppo.
Personalmente l’ho capito quando, esterreffatto, ho saputo della bella inziativa dell’allora governo di sinistra (1994, mi sembra di ricordare) che infliggeva quello che si sarebbe rivelato un colpo mortale alla unità e capacità di resistenza del lavoro: l’introduzione dei CoCoCo, breccia attraverso cui è passata la linea della precarizzazione del lavoro.
Dopodiché è stata tutta una valanga di “giri di vite” contro i ceti popolari. O con misure assunte direttamente dai “governi di sinistra”, tipo guerre di aggressione dette missioni di pace, tagli allo stato sociale, misure antisciopero ecc.; oppure lasciando fare, senza opporsi in maniera efficace, contro le ancor più feroci misure assunte dai governi di destra. Il PD per anni si è limitato a minacciare che si sarebbe messo di traverso, senza mai farlo.

Mauro Antonio Miglieruolo

Annunci

2 commenti

Lascia un commento
  1. miglieruolo / Giu 7 2012 09:55

    Mauro Antonio ha ragione. Non si tratta di interpretazioni. Lo dicono i
    fatti, da molto tempo cioè le scelte del Pd in economia e in politica.
    Anni fa Luigi Pintor scrisse in un celebre articolo (le sue solite 50
    righe fulminanti) che “La sinistra italiana, come l’abbiamo conosciuta,
    è morta”. Non una profezia, una constatazione. (Daniele Barbieri)

    • miglieruolo / Giu 7 2012 09:59

      Grazie Daniele. Quello di cui qui si tratta, come opportunamente sottolinea, non è una semplice presa di posizione pro o contro un gruppo dirigente che meno dirigente non potrebbe essere, ma della tragedia dei lavoratori italiani, abbandonati a se stessi da decenni da un partito che li teneva legati in ragione della gloriosa tradizione da cui proveniva; e incapaci di dare vita a una opposizione organizzata in grado di difendere almeno i loro più elementari diritti e soddisfare anche i più piccoli bisogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: