Vai al contenuto
14 giugno 2012 / miglieruolo

Leggendo Saramago di Cristina Bove

Leggendo Saramago
di cristina bove


* * *
Dentro di noi c’è una
cosa che non ha nome, e quella cosa è ciò che siamo (“Cecità”)

È nel rovescio
obbligato______itinerante verso
finalità scompositiva
nell’ annunciare d’essere poeti
io no
che me ne brucio cassapanche
d’abiti smessi e rime in litanie
senza costrutto

un viaggio da pagare al conducente
chi tiene i fili
una
che sonagliere roche pretendono l’assolo
un cinico bon ton
e un calcio ben diretto all’indifferenziato

illecita bontà
s’impara presto
invenzione di franchi adulatori
nella fallace convinzione che
non se ne accorga chi

le mille me
s’assiepano sul pozzo del conflitto
le farà fuori tutte
una

16 commenti

Lascia un commento
  1. rossella / Giu 14 2012 12:34

    Oddio, speriamo di non essere tra quelle…..L’ho riletta proprio volentieri (le cose belle non stancano, ma più si rimirano, più belle appaiono) Saluti cari a MAM, bacio a Cri

  2. ninaesposition / Giu 14 2012 14:14

    La Poesia chiamata a svelare l’inganno, a fare chiarezza dove non c’è spazio per sentimentalismi o sperimentazioni linguistiche che tradiscono solo desideri di affermazione.
    Poesia cruda, concreta, ironica… di quelle che possono avere un peso reale nella vita di chi legge perchè contiene i germi del cambiamento e delle risposte di cui ognuno va in cerca.
    Descrizione lucida ed accurata dell’esistenza nella sua ruvida concretezza;” sbatti” in faccia al lettore questioni importanti sulla vita, con leggerezza, senza affaticarlo, facendolo sorridere con l’ironia mentre gli gravi le spalle di domande…
    Saramago afferma che la vera funzione del romanzo non è più quella descrittiva ma soprattutto quella riflessiva… tu incanali su questa strada la poesia!

    • miglieruolo / Giu 14 2012 16:24

      Nina, torna, mi ha fatto piacere leggerti: Cristina la troverai tutti i giovedì, già programmata per molti mesi ancora (sono arrivato a Febbraio del 2013 e medito di continuare). Unica scelta tra le tante sulla quale non ho dubbi né ripensamenti.

      • cristina bove / Giu 14 2012 20:25

        Caro Mam, Io ti ringrazio di darmi visibilità sul tuo bel blog, te ne sono davvero molto
        grata.
        Io non so se sarò in grado di seguire i prossimi giovedì, spero che il trasloco non mi prenda al punto di non riuscire a stare al pc.
        o, peggio ancora, di non avere subito un’adeguata connessione.
        ma tanto fino al 2013… c’è tempo… scherzo, eh!…

    • cristina bove / Giu 14 2012 20:21

      Cara Nina, quando scrivo sotto un impulso proveniente dalla lettura di un brano letterario, o anche musicale, che mi colpiscono particolarmente, scrivo di queste cose a volte senza rendermi ben conto di come lo sto facendo. E questo è un altro dei “prodigi” di cui è intessuta la mia vita.
      Il bello è quando qualcuno come te e molti altri amici poeti, ne scorgono significati che sorprendono anche me. Mi sorprendo.
      Grazie!

  3. Domenica Luise / Giu 14 2012 14:51

    Ed io sono sicura che quell’una, quella vera, tanto nuda da essere incorporea e tanto reale da non poter morire nemmeno sotto la macchina schiacciasassi, sta rimanendo da sola, vittoriosa, uscita dall’avello terreno in poesia oltre le parole, ma talmente tanto oltre che esse toccano e forse afferrano le loro radici di silenzio dal quale sono generate. Non manca un umorismo un po’ sardonico e un po’ ridacchiante con quel “calcio ben diretto all’indifferenziato”.

    • miglieruolo / Giu 14 2012 16:23

      Questo calcio mi era sfuggito. La poesia ora mi piace ancora, ma pure un po’ mi inquieta…

      • cristina bove / Giu 14 2012 20:30

        e sì, cara Mimma, quel calcio in verità vorrei assestarlo a me stessa…
        dici che è vittoriosa, quell’una… io non ci giurerei. oggi è pratiamente sotto terra, con le radici.
        Mi i confortano comunque le tue parole, che mentre commenti m’insegni la grandezza della condivisione, dell’attenzione spassionata all’altrui poesia. Oltre alla tua capacità di risalire al senso altro delle parole.
        grazie.

      • cristina bove / Giu 14 2012 20:31

        mau, è già tutto abbastanza inquietante!

  4. Claudia Marinelli / Giu 14 2012 18:15

    Bella e anche ironica e un po’ graffiante. Complimenti!

    • cristina bove / Giu 14 2012 20:33

      grazie, Claudia. Ogni tanto tiro fuori le grinfie, ma è solo per resistere.

      • miglieruolo / Giu 14 2012 21:02

        Sì, però gli indifferenziati meglio lasciarli perdere… a parte gli scherzi, ci mancherai. La poesia però resta. Perciò non ci mancherai.

    • miglieruolo / Giu 14 2012 21:19

      La presenza di Cristina, benevola maga dai tanti prodigi, è uno egli elementi principali che giustificano questo blog. Una sua poesia (Capo Nord: https://miglieruolo.wordpress.com/2012/03/29/capo-nord-di-cristina-bove/) marcia ormai verso le mille visualizzazioni (927 mentre scrivo), collocandosi al primo posto tra tutti i pezzi presentati. Si tratta di un fenomeno del quale non riesco a venire a capo. Anche perché non solo è il post più letto del blog in assoluto, ma tra i primi nove figura una seconda poesia di Cristina. Ora facendo la tara in ragione del titolo suggestivo che può attirare tanti (tara che per altro opero anche sulla mia poesia “Uccelli sul terrazzo” post secondo classicato – un assurdo! – in cui la parola uccello può fungere da equivoco polo d’attrazione. Vedi: https://miglieruolo.wordpress.com/2012/04/02/uccelli-sul-terrazzo/), resta inspiegato l’afflusso continuo di persone: segno che nessuno se ne lamenta.
      Cristina dice (giustamente) che non è interessta ai numeri. Io però maschio razionalista, curiosone della malora, sono interessato a ciò che ci sta o potrebbe esserci dietro ai numeri. Chiunque abbia ipotesi da formulare in merito mi farà un gran servizio se sceglierà di confidarmele.

Trackbacks

  1. poesia del giovedì « cristina bove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: