Vai al contenuto
23 febbraio 2013 / miglieruolo

Voglio fare come Cicciolina

Voglio fare come Cicciolina
by PrecariaMente
http://laprecariamente.wordpress.com/2013/01/07/voglio-fare-come-cicciolina/

22febb-apedrazzini_in_santa_pace_2008Da quando ho saputo che a fine mese riprenderò il mio status di disoccupata ho ricominciato a cercare lavoro. A dire il vero non avevo mai smesso. Sono un po’ come le donne single che dicono di non cercare nessun uomo perché da sole stanno bene, ma quando sono in giro attivano le loro antenne per individuare i pochi esemplari di maschio italico. Requisito fondamentale: eterosessualità.

Ecco, io non ho mai smesso di buttare un occhio ogni tanto agli annunci di lavoro, perché ho sempre sperato di trovare un lavoro migliore. Requisito fondamentale: di buona famiglia. Nel senso che deve garantirmi uno stipendio che mi faccia vivere. Ora però la ricerca è più assennata, direi disperata, anche se non nego che farei volentieri due mesi a casa con la disoccupazione a poltrire sul divano, alzarmi di tanto in tanto per raggiungere il frigo e poi ributtarmi sul divano. Penso di aver bisogno di un periodo di quarantena, per buttare fuori tutta la rabbia e frustrazione accumulata in questo anno. Ho un po’ paura di andare a fare i colloqui con il piede di guerra. Ecco.

Banzai

22febb-e54f1bccc58833-800wiComunque, gli annunci li guardo e giungo alla conclusione che candidarsi ad un offerta di lavoro sta diventando un quiz alla “Mai dire Banzai”. Si proprio cosi. Mille cose cretine da compilare per candidarsi ad un offerta di un mese. Perché per ogni sito ti devi registrare, mettere la mail e la password. Rispondere a mille domande che tanto poi le trovano nel curriculum quindi mi chiedo perché le facciano. Forse per scoraggiare i più deboli. Sì, perché vedono noi che cerchiamo lavoro, come poveri individui che devono arrivare in cima alla montagna attraversando durissime prove. E solo chi è caparbio arriverà in vetta, fregandosene del prossimo che cade e rotola giù, chiudendo gli occhi davanti a chi ti chiede pietà. Peccato che poi questo metodo di selezione all’ingresso produca l’effetto che invece di seicentodue candidati, ce ne siano cinquecentonovantanove. Uno scarto davvero misero. La fame di lavoro rende più che tenaci. Crea dei mostri disperati.

La cosa però più grottesca a completare questo tragico quadretto sono le agenzie interinali, che ahimè, hanno in mano il 90% per cento del mercato del lavoro. E se fossero competenti la cosa andrebbe anche bene, invece sono degli sciacalli pronti a vendere il disoccupato al migliore offerente sparendo poi nel nulla nel momento del bisogno.

Vi faccio un semplice esempio.

Mi chiama Tizia dell’agenzia Y. Inizia a parlare della meravigliosa 22febb-cicciolinaofferta di lavoro alla quale mi sono appena candidata, con la presunzione che io debba assolutamente ricordarmene. Come chiedere a Cicciolina di ricordarsi i nomi di tutti quelli che ha accolto tra le cosce (cavallo compreso). Bla, bla, bla per cinque minuti e poi la domanda: potrebbe interessarle? E io mi chiedo, anzi vi chiedo, cosa suscita in voi l’interesse per un’offerta di lavoro? Perché per me sono tre le cose fondamentali:

– Durata contratto

– Tipologia contrattuale (commercio, bancario etc)

– Stipendio con annessi e connessi

Peccato che dei tre punti, mi sia stato illustrato solo il primo e quando chiedo in parole povere, “Ma quanto danno di stipendio”, mi sento rispondere perché faccio quella domanda. Cavolo ma che stupida che sono stata, ho per caso una domanda di riserva? Perché magari potrei chiedere se in azienda ci sono i bagni e se sono puliti. Siamo ormai arrivati al punto per cui chi è alla ricerca di lavoro non ha diritto di parola, di replica e di conoscenza. Deve solo accettare qualunque cosa gli venga offerta e ringraziare con profondi inchini per questo.

Io non ci sto. Ma questo non c’era bisogno di dirvelo.

Anche Cicciolina sicuramente poteva mettere bocca in merito ai partners dei suoi film. Ecco, io voglio avere la possibilità di decidere a quanto vendere il mio sedere, dato che per tutta la durata del contratto dovrò prostrarmi a novanta gradi.

Credo di averne il diritto ormai. Acquisito per anzianità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: