Vai al contenuto
23 luglio 2013 / miglieruolo

Gentile Bellini

Gentile Bellini (Venezia, 1429Venezia, 23 febbraio 1507), pittore e medaglista italiano,

di Mauro Antonio Miglieruolo
(rimaneggiamento dei dati reperiti su Wikipedia)


***

Miracolo della Croce caduta nel canale di San Lorenzo (1500)

Miracolo della Croce caduta nel canale di San Lorenzo (1500)

Figlio maggiore di Jacopo e fratello di Giovanni, dopo le prime opere, influenzate dallo stile di Ansuino e di Mantegna, abbandonò il modo di costruire le figure con il rilievo plastico, preferendo costruirle con linee del contorno incise, tanto da creare figure appiattite in superficie con i colori che si incastonano in esse; grazie a questo stile, che produceva effetti di oggettività “cristallizzata”, divenne il maggior ritrattista dell’aristocrazia veneziana. Oltre che nei ritratti, Gentile lavorò ai cicli di storie realizzati su teleri celebrativi (teleri: tele di vaste proporzioni applicate direttamente alle pareti e dipinte con colori ad olio), inaugurando così la tradizione dei vedutisti veneziani: nei suoi teleri è la veduta a dominare la scena gremita di figure e di personaggi abbastanza grandi per essere ritratti nei minimi particolari, ma molto più piccoli rispetto alle architetture che la compongono; così facendo il telero, diventando un cronaca dei fatti narrati, diventa a sua volta un documento.

Guarigione di Pietro de' Ludovici (1501)

Guarigione di Pietro de’ Ludovici (1501)

Nel 1460 col padre e col fratello Giovanni, Gentile dipinge la pala per la cappella del Gattamelata, nella basilica del Santo di Padova. Del 1464 sono le Ante Marciane, che risentono dell’influenza del Mantegna. Nel 1465 realizza il Ritratto del Beato Giustiniani, in cui la figura del beato non è costruita volumetricamente, ma è risolta in un gioco di profilature lineari incise. Dal 1466 prosegue la decorazione della Scuola Grande di San Marco, iniziata dal padre. Nel 1469 viene nominato eques e comes palatinus dall’imperatore Federico III, forse in seguito alla realizzazione di un suo ritratto nell’occasione del suo passaggio da Venezia.

autoritratto

autoritratto

Nel 1474 è nominato ritrattista ufficiale dei dogi, per i quali esegue numerosi profili, destinati alla Sala del Maggior Consiglio in Palazzo Ducale.

ritratto-del-doge

ritratto-del-doge

Tra il 1475 e il 1485 circa è collocabile la Madonna col Bambino in trono, firmata OPVS. GENTILIS. BELLINI. VENETI. EQVITIS..

ritratto di Maometto II

ritratto di Maometto II

Tra il 1479 e il 1480 visita Costantinopoli in missione diplomatica alla corte del sultano Mehmet II, del quale dipinge il ritratto. Il dipinto si trova alla National Gallery di Londra e presenta due iscrizioni: quella in basso a destra con la datazione (25 novembre 1480) e quella in basso a sinistra con i nomi di Mehmet e Gentile Bellini. Dato lo stato della tavola, alterata nel corso dei secoli, l’attribuzione a Bellini risulta incerta.

Processione in piazza San Marco (1496)

Processione in piazza San Marco (1496)

Per la Scuola di San Giovanni Evangelista realizza tre famosi teleri: la Processione in piazza San Marco (1496), il Miracolo della Croce caduta nel canale di San Lorenzo (1500) e la Guarigione di Pietro de’ Ludovici (1501).

800px-Gentile_Bellini_001L’ultima sua opera è la Predica di san Marco ad Alessandria, avviata nel 1504, a cui lavora fino alla morte, lasciandola incompleta. L’opera verrà poi terminata da Giovanni.

ritratto-di-mocenigo

ritratto-di-mocenigo

***

annunciazione

annunciazione

***

Bellini Gnetile-Ritratto di Caterina Cornaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: