Vai al contenuto
19 febbraio 2014 / miglieruolo

Mothers of Invention di Maria G. Di Rienzo

dal blog lunanuvola

 

Eh no, non è un pezzo su Frank Zappa. “Mothers of Invention” (Madri dell’Invenzione) è il nome del premio conferito annualmente dalla fondazione Women in the World a donne che: “vedono problemi sociali e usano la loro creatività e il loro dinamismo per tentare di risolverli”. Lo scopo di Women in the World è unire a livello globale donne leader, artiste, attiviste e innovatrici per realizzare una vita migliore per donne e bambine – e in ultima analisi per ogni essere umano. Eccovi due esempi pescati fra le vincitrici del 2013.

Kavita M. Shukla

Questa è Kavita M. Shukla, l’inventrice di una carta infusa di spezie e altri ingredienti organici – FreshPaper – che quando viene posta accanto a prodotti freschi inibisce la crescita di batteri e funghi. L’idea è venuta a Kavita da adolescente, in India, quando sua nonna le diede una mistura di spezie (un rimedio familiare) per tener lontane le malattie che avrebbe potuto contrarre dall’aver bevuto dell’acqua forse contaminata; un po’ di tempo dopo si è messa al tavolo di cucina con le amiche, ha prodotto la carta e ha cominciato a distribuirla nei mercati agricoli locali. Dal momento in cui Women in the World ha dato riconoscimento all’invenzione sono passati pochi mesi: ma il risultato è che ora FreshPaper è in vendita in 35 diversi paesi. “Sto per tornare in India”, ha detto di recente Kavita, “perché voglio assicurarmi di rendere il prodotto accessibile agli agricoltori là. Pensando a come tutto questo è cominciato, è come chiudere il cerchio.”

Julia e Jessica

E queste sono Julia Silverman e Jessica Matthews, le inventrici di “sOccket”. Si tratta di una palla da calcio che genera energia elettrica accessibile e pulita, e l’idea è venuta loro in mente perché ci sono un miliardo e trecentomila persone, al mondo, che all’elettricità non hanno accesso. Date una palla ai bambini e alle bambine: ogni calcio carica LED o piccole batterie; lasciateli giocare 30 minuti e avrete ore e ore di luce. Jessica e Julia hanno fondato la propria ditta, Uncharted Plays, per continuare a lavorare sull’unione fra nuova tecnologia e buon vecchio gioco. Nel dicembre scorso hanno mostrato la versione beta di “Pulse”, una corda per saltare che funziona con lo stesso principio della palla da calcio. Il premio di Women in the World è stato ciò che le ha spinte in avanti. “Ha significato davvero tanto, per noi, in un momento in cui nessuno voleva prenderci sul serio e non eravamo sicure di farcela.”, dice Jessica Matthews. Ma l’estate scorsa, persino il Presidente Obama ha giocato con il “sOccket” mentre si trovava in Tanzania, assieme al Presidente del paese Jakaya Kikiwete. Maria G. Di Rienzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: