Vai al contenuto
17 luglio 2014 / miglieruolo

La Striscia #06 16/07/2014

Sesto appntamento con le dirette da Gaza (*).

Il primo collegamento è con Yousef. Ci parla del senso di impotenza e fatalismo con cui è costretta a vivere la popolazione. Nessuno sa se e quando verrà colpito da una bomba sparata dall’esercito Israeliano. Un attacco senza preedenti contro la popolazione civile, unico bersaglio degli attacchi. I bambini che vengono colpiti mentre giocano, sulla spiaggia come accaduto oggi o nel giardino di casa come accaduto ieri. La popolazione di Gaza ha rinominato questo vile attacco “La guerra delle case“, perché le case dei civili sono l’unico bersaglio della più grande democrazia del medio-oriente.

Il secondo collegamento è con Sami. Anche lui ci conferma il senso di impotenza che la popolazione palestinese vive sotto i vili bombardamenti di una potenza nucleare che colpisce una popolazione inerme a cui la comunità internazionale non riconosce il diritto di difendersi. Difficile fare domande o commentare le affermazioni, difficile immaginare cosa significhi essere trattati come topi in gabbia da sterminare. Nel frattempo 100.000 famiglie stanno cercando di lasciare il sud della Striscia sotto le minacce dell’esercito sionista. Non tutti però lasciano la loro casa: la scelta è tra rischiare di morire sotto le macerie della propria abitazione o per strada mentre si cerca di mettersi in salvo.

Qui il podcast del’intera trasmissione http://www.radiazione.info/2014/07/la-striscia-06-16072014/

(*) Finestra quotidiana in onda dalle 18.30 alle 19.30 su http://www.radiazione.info di Padova

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: