Skip to content
13 novembre 2014 / miglieruolo

Immagini di Rosetta (incluso il film)

di Mauro Antonio Miglieruolo

2_rosetta-lander-artistic-viewUn tempo non molto lontano queste stesse immagini riportate su una delle tante riviste di fantascienza che pullulavano nelle edicole avrebbe provocato fremiti e slanci lirici in tutti gli appassionati del genere; nonché sorrisetti di compatimento in chi, non appassionato, fosse capitato di assistere agli entusiasmi con cui i lettori invece accoglievano quelle immagini e quei facicoli.67P-Rosetta-orbit

Oggi sono cronaca. Tanto cronoca da sentirsi autorizzati a ogni sorta di interpolazioni per fornire al pubblico un’idea “giusta” del grande avvenimento. La scienza un tempo sembrava una cava di idee per l’estrinsecazione della fantasia degli scrittori. La scienza serviva la fantascienza (a parte gli effetti di ritorno sugli scienziati medesimi, che la leggevano per espandere la loro capacità di frugare tra le pieghe del cosmo). Oggi è la fantascienza che si pone al servizio della scienza per rendere l’idea delle sue straordinarie conquiste e permetterle di ottenere una risonanza che altrimenti non avrebbe.

400_rosetta_orbiter_lander_2L’atterraggio come è stato, ma anche come può essere ricostruito…

Cronaca di oggi, ho detto. Sì, cronaca di ieri 12 novembre e auspici per l’indomani. E’ qui infatti, nello spazio, che potranno essere realizzate nuove possibilità di sopravvivenza della specie.

Confronto ideale tra la cometa e un centro abitato terrestre.

Confronto ideale tra la cometa e un centro abitato terrestre.

La Terra non ne può più di noi, parassiti scriteriati, non ci regge più. Unico soccorso le immense risorse dello spazio dei corpi celesti più vicini alla Terra (Luna, Marte, Fascia degli Asteroidi) e quelle più lontane (anche nel tempo) dei Sistemi Solari più vicini a noi.

p6817_257474d03b2fba67c4c5e2a10aceeaa5rosetta1Rammento il titolo di un mediocre romanzo di fantascienza degli anni d’oro: “Lo spazio è la mia patria”.

Philae_on_the_comet_Front_viewNo, lo spazio è la mia, la nostra speranza.

***

Uno dei più bei film moderni sulla condizione del lavoro. Consiglio tutti coloro che non lo hanno visto di cercarlo: vale.

Uno dei più bei film moderni sulla condizione del lavoro.
Consiglio tutti coloro che non lo hanno visto di cercarlo: vale.

Aggiungo, a edificazione di chi ancora, come me, crede nei diritti dei lavoratori, la locandina di un film di alcuni anni addietro, un bellissimo film sul lavoro precario. Come tale, perché bello e sul precariato, subito scomparso dalla sale cimetagrofiche: Rosetta.

Rosetta_CurrentIn questo modo uniamo insieme il più infimo delle imprese umane, l’odioso, iniquo precariato, con il massimo: l’esplorazione dello Spaziotempo.

***

Altre immagini della grande impresa spaziale:

rosetta***

Rosetta_asteroid_Astero_VUE02_02_01***

Rosetta_Philae_Artist_Impression_Close_4k***

zoom***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: