Skip to content
12 dicembre 2014 / miglieruolo

Ladylike di Maria G. Di Rienzo

dal blog di lunanuvola

Femminilità = bellezza

Bellezza = approvazione maschile

Approvazione maschile = candidatura, posticino sicuro, soldi, apparizioni televisive, carriera.

Si potrebbe riassumere così la filosofia ladylike della candidata (per il PD) al governo della Regione Veneto, signora “quanto so’ bona” Moretti: che magari avrà il coraggio di chiedere il voto “in quanto donna”. E vista l’alternativa, Mr. Zaia ex pr di discoteca che come prima mossa da Presidente della Provincia di Treviso dispiegò modelline in minigonna nell’atrio dell’edificio provinciale, io starò a casa un’altra volta. Ma chi apprezza le donne-ladylike dovrebbe in coscienza votare lui: ne metterà in mostra molte di più.

Per coincidenza, lo stesso giorno in cui ho la nausea leggendo della signora Alessandra Moretti che disquisisce di peli, mèches, estetiste e “lapsups” (perché, vi dà fastidio – come lei dice – che sia bella e brava? Basta ascoltarla per togliersi ogni dubbio sulla sua competenza, le berlusconiane non erano così brillanti), e di come sappia cantare e far spaghetti al pomodoro con ineffabile grazia femminile, leggo del ritrovamento del cadavere di Martina.

Martina Del Giacco, 16enne, aveva abbandonato furtivamente la propria casa la notte del 9 novembre. L’hanno ripescata il 18  in un ammasso di ramaglie nell’Arno. E’ assai probabile che si sia suicidata, ma cos’è accaduto lo diranno le indagini. Nel frattempo, quel che sappiamo è che Martina era infelice. Sa perché, signora Moretti? Perché a detta dei suoi “amici” non era abbastanza ladylike.

A scuola la tormentavano, riportano i giornali, “con attributi offensivi che rimarcavano il fisico in sovrappeso”. (A proposito, si potrebbe gettare questo termine del menga, “sovrappeso”, nella spazzatura? I corpi sono grassi, grossi, larghi, magri, minuti, sottili. Ne’ il peso corporeo ne’ il BMI – Body Mass Index dicono nulla di sostanziale sulla salute e il benessere della persona. Ogni fisiologia è UNICA. Nessuna fisiologia merita insulti, prevaricazioni, prescrizioni coatte e bullismo.)

Martina non era ritenuta abbastanza femminile/bella per ottenere l’approvazione maschile. Non era degna, quindi, di esistere. Non faceva abbastanza per soddisfare il loro sguardo e loro le rimproveravano questo, di non far avere loro erezioni. Be’, a questo punto cos’altro poteva fare Martina, se non morire?

La modella no. La lap-dancer no. La escort no. La soubrette da bunga-bunga no. E qualsiasi carriera avesse in mente, andiamo, il suo grado di scopabilità restava la chiave per salire nelle graduatorie. E avrebbe potuto fare la donna politica? No, almeno in Italia dove la politica – secondo quando Moretti ed altre ci spiegano – per le donne è una mera succursale dei concorsi di bellezza.

Ladylike? Significa “da signora” “in modo da signora”, per estensione “da donna”. In lingua inglese indica una donna che si conforma agli standard fissati per lei da una società sessista: non fare questo, non è “da signora”, non dire quest’altro, una “signora” non si esprime così… ovvero, è uno degli attrezzi dell’oppressione di genere.

E figurarsi, Moretti, se io mi prendo la briga di andare al seggio per votare chi fa propaganda a questa roba. Di questa roba, le Martine muoiono. Maria G. Di Rienzo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: