Skip to content
13 dicembre 2014 / miglieruolo

Il discorso del premier

dal blog di lunanuvola

Passaggio storico per la violenza di genere nel nostro paese. Renzi ha annunciato che: “Il tempo dell’impunità è finito.” L’Italia onorerà finalmente tutti gli impegni presi in sede internazionale per la prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne. Inolte, riattiverà immediatamente il Tavolo di confronto con le istituzioni e le associazioni che lavorano contro la violenza di genere; sbloccherà i fondi già stanziati nell’ambito del Piano nazionale antiviolenza – biennio 2013/2014 – per un ammontare di 17 miliardi di euro; nominerà una Ministra alle Pari Opportunità; richiamerà le Commissioni Pari Opportunità su tutto il territorio nazionale a fare il loro lavoro contro la violenza; avvierà in tutto il paese assemblee pubbliche e incontri con chi gestisce case antiviolenza, rifugi e linee telefoniche, nonché con i gruppi femministi impegnati in queste ed altre attività di lotta alla violenza. “Se l’iter parlamentare si blocca interverrà il governo.”, assicura il premier.

“Il 2015 sarà l’anno in cui noi interverremo” su femminicidio e femicidio, su violenza domestica e molestie nei luoghi pubblici e nei luoghi di lavoro, sulle molestie online, sul brodo di coltura per la violenza di genere fornito quotidianamente dai media. “Aspetteremo che sia il Parlamento a legiferare, visto che la discussione è in fase avanzata, ma se non lo farà il Parlamento, lo faremo noi. Il tempo dell’impunità è finito.” E’ una promessa, questa, inviata alle famiglie di Gilberta Palleschi e di Gisella Mazzoni: la prima uccisa dopo un tentativo di stupro e ritrovata cadavere il 10 dicembre in fondo ad un precipizio nel Parco Nazionale d’Abruzzo, la seconda assassinata a coltellate, lo stesso giorno, dal marito che aveva una storia pregressa (denunce penali) di violenza contro le donne e che ha ammazzato anche il figlio di un anno.

“Non possiamo capire il dolore di chi ha voluto bene a Gilberta e Gisella, – spiega il Presidente del Consiglio – ma quella che intraprendiamo oggi è una battaglia di civiltà. Abbiamo la responsabilità di fare in modo che quanto è accaduto non rimanga senza conseguenze e non si ripeta mai più.”

Ci avevate creduto? No, lo so. Il signor Renzi il 10 dicembre u.s. non ha parlato di violenza contro le donne, ma di stabilire per legge entro l’anno prossimo “omicidio stradale e ergastolo della patente” (misure evidentemente urgentissime) e nel video – da cui sono tratte le frasi riportate sopra e da me adattate – si rivolgeva ai familiari di Lorenzo Guarnieri, ragazzo ucciso in strada a Firenze da un’auto pirata. Nei confronti della violenza contro le donne, invece, va in onda il solito disco:

Titolo: NON POTREBBE FREGARMENE DI MENO

Titolo: NON POTREBBE FREGARMENE DI MENO

Maria G. Di Rienzo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: