Skip to content
19 dicembre 2014 / miglieruolo

terra d’ombra di Luciana Riommi

dal blog “Leggere riflettere scrivere” di lallaerre

(elaborazione di luciana riommi)

 

ho setacciato
terra d’ombra
tra pieghe d’incolore
cercavo il tempo
che s’attarda a immaginare
come sarebbe – un attimo –
sostare

***

Mi si dice che l’inconscio sia senza tempo. Che in quello spazio, che è reale e virtuale nello stesso tempo, l’altroieri ha lo stesso valore dell’oggi, passato e presente si confondono. Che parte delle azioni umane sono ispirate dai movimenti che intervengono in quella realtà. Che la mente stessa, che mai cessa di ruminare pensieri, da quel che vi accade sia ispirata…

Chi lo sa se ho capito bene, o riporto solo la mia scarsa competenza in merito?

D’una cosa però sono certo che la sosta di un attimo per un essere umano costituisce la conquista massima, il più a cui può aspirare. Impedire per un attimo alla prepotenza dei pensieri di imperversare: un impossibile! Più improbabile della pretesa di Faust di fermare il tempo, fermare l’attimo della felicità…  Il pensiero e il tempo, che strana connessione! Non è di Luciana Riomma, ma è lei ad averla suggerita. Lei che setaccia in terre d’ombra, cercando il tempo per cercare soste, per cercare riposo al fluire dei pensieri.

Cercare che, in fondo? Lo stesso di Faust o altro?

Mauro Antonio Miglieruolo

Annunci

4 commenti

Lascia un commento
  1. lallaerre / Dic 19 2014 00:31

    I tuoi interrogativi sollecitano riflessioni che vanno oltre il mio piccolo testo…
    mentre leggevo le tue parole di commento mi sono chiesta se non sia proprio il contrario di ciò che sembra, ossia se quella sfera incolore e atemporale non stia cercando di accedere alla dimensione temporale, quella in cui è possibile immaginare il passato, il presente e il futuro, colorarli e nominarli, portarli dunque all’esistenza…
    Grazie Mauro

  2. cristina bove / Dic 19 2014 08:26

    o dell’impossibilità del sostare…
    Luciana riporta l’indicibile tra le cose della terra.
    la sua è una poesia grandangolare, mostra il particolare per suggerire l’infinito.

    cri

    • miglieruolo / Dic 19 2014 19:28

      Luciana comporta difficoltà interpretative nel quale mi dibatto vanamente. Molto più centrati i vostri due commenti. Il primo, quella della stessa autrice richiederebbe di mettere un punto fermo e ricominciare da capo.
      Ignoro se ne sarò capace.
      Mi devo limitare all’ammirazione?

  3. lallaerre / Dic 19 2014 21:40

    noi che siamo nel tempo ‘immaginiamo’ un’impossibile sosta, ma ciò che ‘sosta’ dentro di noi in una dimensione atemporale aspira a farsi storia, tempo, vita….
    Mauro, non sei tu l’esperto di questioni temporali, quelle che troviamo sempre nella fantascienza (e che mi hanno sempre affascinato)?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: