Skip to content
29 dicembre 2014 / miglieruolo

Perfume de mujer

Sono passati 34 anni da “Pepi, Luci, Bom e le altre ragazze del mucchio”, uno dei primi film di Pedro Almodóvar, ma ancora ricordo le risate in sala sull’invenzione di un paio di mutande per donna decisamente… futuristiche. Ti scappa la pipì ma non c’è bagno nei paraggi? Fattela pure addosso, queste mutande assorbono tutto e non lasciano cadere neppure una goccia. Sei con il tuo amato sul divano e devi assolutamente lasciar andare un peto? Vai tranquilla, grazie a queste tue nuove mutande l’odore si muterà in “perfume de mujer”, profumo di donna.

Ma l’odore delle donne può non piacere, nevvero. Soprattutto quello delle loro vagine. Per questo il signor Gilad Gome della Sweet Peach Probiotics (Probiotici Dolce Pesca), mentre con il collega Austen Heinz di Cambrian Genomics lavora ad un progetto dall’urgenza fatale per il mondo – far odorare di banana le feci di cani e gatti – ha espresso durante la presentazione pubblica dello stesso il suo ardente desiderio: “hackerare la microbiologia di una donna per produrre una vagina che profumi come una rosa e abbia il gusto della cocacola diet“.

Dolci pesche che profumano di pesche, orrore!

Dolci pesche che profumano di pesche, orrore!

 

Heinz lo ha sostenuto rincarando la dose: “Tutti i vostri odori non sono umani. Sono prodotti da creature che vivono su di voi. Noi pensiamo sia un fondamentale diritto umano personalizzarli.” Naturalmente hanno ricevuto una valanga di proteste e sberleffi, si sono più o meno scusati e le ditte di riferimento hanno assicurato di non aver in mente nulla del genere: anzi, quando lavorano sui trattamenti delle micosi uro-genitali si sentono persino “femministe”. Il che rivela con chiarezza quanto hanno capito della reazione delle donne e quanto hanno capito del femminismo, ma questo me lo aspettavo.

Quello che mi irrita di più è il vedere all’opera nel 2014 una concezione meccanicistica della biologia, distante anni luce dalla realtà dei modi in cui i nostri corpi “funzionano” (come una rete di organismi in relazione) e che li smonta in pezzi da “hackerare” a piacimento – e qui allo scopo di modificarli per la soddisfazione altrui: perché a chi servono vagine al profumo di rosa e al gusto di cocacola (dietetica, eh, non vorremo assumere calorie di troppo!)?

Ma se i nostri corpi di donne, le loro forme, i loro odori vi fanno tanto schifo, amici, perché non smettete di sbattere le teste sui muri nel tentativo di cambiarci e non ve ne state distanti, fra di voi, ad ammirare la perfetta geometria dei vostri peli pubici ed annusare i vostri sublimi afrori da veri uomini? L’odore della mia pelle e della mia vagina, che sono naturali e che mi piacciono assai, non vi riguardano minimamente.

Lindy West, scrivendone per “The Guardian” con il suo solito irresistibile brio e dopo aver ricordato come negli anni ’50 e ’60 si invitassero le donne a lavarsi la vagina con il lisoformio “per non restare sole la sera”, ha suggerito altri progetti a Gome ed Heinz affinché elaborino prodotti di maggior utilità per noi femmine. Per esempio:

“Una candela aromatizzata che una volta accesa convince i poliziotti a credere alle vittime di stupro e a trattarle civilmente”;

“Uno yogurt speciale che si espande in un blob senziente e fa da babysitter per i figli delle madri lavoratrici.”

“Una serie di pupazzi pinguini che forniscono interruzioni di gravidanza sicure e legali.”

“Un acetone per le unghie degli imprenditori di sesso maschile che impedisce loro di dire cose del tipo hackerare la microbiologia di una donna per produrre una vagina che profumi come una rosa e abbia il gusto della cocacola diet durante le interviste, o in privato con gli amici, e letteralmente ovunque nell’universo conosciuto eccetto che sul palcoscenico della Gara di Satira sui Raccapriccianti Fratelli Tecnologici.”

“Una vitamina gommosa che faccia avere alla cocacola diet di Gilad Gome il gusto di vagina.”

Maria G. Di Rienzo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: