Skip to content
23 febbraio 2015 / miglieruolo

Alessandra Daniele Vintage – 07

di Alessandra Daniele

Voyager.jpg[Pubblico con particolare piacere questo intervento ironico sulla trasmissione di Rai Due Voyager, un vero insulto all’intelligenza degli spettatori. Era dai tempi della ridicola autopsia sugli alieni/pupazzi di Roswell, commentata in studio con serietà dal prof. Pierluigi Baima Bollone, che la tv pubblica non scadeva, in una trasmissione pseudo-scientifica, a un livello così basso.] (V.E.)

Ogni volta che bevo una birra, mi viene voglia di versarne metà nel televisore
Philip K. Dick

La maggior parte di coloro i quali hanno una pessima opinione della letteratura fantastica in realtà non la conoscono affatto. Credono che parli di marziani guardoni e fantasmi al citofono.
Di occhiali a raggi X e Scimmie di mare.
Che spacci tragicomiche patacche, e sia un cumulo di cianfrusaglie scontate e truffaldine.
Insomma, la scambia per il programma di Rai Due ‘Voyager’.

Sommario-tipo di una puntata di Voyager:

“Ci si può reincarnare in un ortaggio? Intervista esclusiva al pomodoro che era Elvis”.
“Un fox-terrier ex agente dell’MI5 rivela: Lady Diana era un uomo”.
“Ubiquità o teletrasporto? Padre Pio rapito dagli alieni”-
“Voci dall’aldilà: questo silenzio è un messaggio del mimo Marcel Marceau”-
“Sconvolgente reperto viene alla luce durante i lavori di ampliamento del Bar Giallorosso: bassorilievi etruschi di Totti”.
“Il segreto di Leonardo e Michelangelo: erano Templari Mutanti Ninja”.
“Le grandi inchieste esclusive di Voyager: alla ricerca del Graal nella vasca delle palline colorate dell’Ikea accanto a Rennes Le Chateau…

Servizio-tipo di una puntata di Voyager:

Un trippone con la sahariana di poliestere da cui pende ancora il cartellino del prezzo si infila in un cunicolo di polistirolo, spacciandolo per un passaggio segreto sotto la piramide di Giza.
Poi ne illumina un angolino con i potenti mezzi della Rai (una torcia a pile), indica un graffito fatto col pennarello che dice “Jessika dammela” e annuncia: “Ecco lo sconcertante geroglifico che ha convinto il professor Pappardellas: le piramidi sono state costruite dalle alghe carnivore di Alpha Centauri”. Segue intervista al professor Pappardellas, un tizio con l’aria da figurante di Cinecittà che pontifica di mucillagini dentate e sabbia fritta con il laser, dicendo: ”Il modo in cui sono costruite dimostra che le piramidi non possono essere opera dell’uomo”.
Sbagliato.
Le piramidi sono cattedrali nel deserto, senza uscite di sicurezza, e con la sabbia al posto del cemento.
Sono sicuramente opera dell’uomo.
Come Voyager, purtroppo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: