Vai al contenuto
27 febbraio 2015 / miglieruolo

Cento e Cento Locuzioni del dialetto Grotterese (Bofia) – 04

Continuano i ricordi utilizzando il pretesto di un vocabolario Italiano/Calabrese…

Per nostalgia e anche per necessità. Per non perdere del tutto la propria identità, le radici e il ricordo di un mondo di povertà estrema ma di civiltà infinitamente superiore. Per quanto negativi determinati valori presenti in essa aveva il merito di non essere fondato tutto sull’apparenza, sul danaro e sulla finzione.

Un paese che, come tanti altri, ha resistito un secolo circa, nonostante i metodi di distruzione e assoggettamento coloniale adoperati dell’invasore piemontese, alla penetrazione del capitalismo. Poi, quasi d’improvviso, il crollo. In un ventennio, anni ’50 e ’60, la resa totale. Tutto si è consumato. Il buono scomparso, il cattivo e il pessimo rimasto. Non altro che macerie. Oremus. Con qualche rimpianto, ma il viso rivolto in avanti, alla speranza fondata sul sorgere del sole dell’avvenire.

Mauro Antonio Miglieruolo alias Mauro Antonio Migliaruolo, alias Mauro Antonio Migliarnolo  (Grotteria, 06 aprile 1942, alias 10 aprile 1942): alias Milland

***

Alla rinfusa:

Fiumara. Insidioso torrente d'acqua simile a ogni altro suo simile. La Calabria ne è piena.

Fiumara.
Insidioso torrente d’acqua simile
a ogni altro suo simile. La Calabria ne è piena.

*

SAN GIUVANNI, san giovanni, comparaggio. “U cumpari” “a cummari” costituivano gli elementi principali di un gruppo familiare che entrava a pari titolo nella famiglia del battezzato/cresimato. E viceversa. Era tanto sacro il vincolo che veniva fondato per mezzo dell’alleanza sancita con il rito religioso che la figura del “compare” acquisiva un valore persino superiore a quello del fratello. Quando un emigrante partiva per l’America affidava la tutela del proprio onore (alias, la sorveglianza degli atti della moglia) prima al “compare” che al fratello. Il fratello poteva trascurare, omettere, il “compare” mai. Questo fin quasi alle soglie della seconda guerra mondiale. Poi, in un tempo brevissimo, iniziarono a diventare inaffidabili sia i fratelli che i “cumpari“. Non perché fossero entrati nel costume punti di vista più flessibili sull’autonomia del femminile, ma perché avevano perso efficacia la tradizione degli impugni assunti in nome dell’amicizia, della fratellanza e della parola data.

RUMBULIJARI, rotolare. Una locuzione che rammento “rumbulijavano petri” detta da un mio zio, calzolaio, a proposito delle iniziative di un branco di giovani disperati che, non sapendo come festeggiare altrimenti il Capodanno, avevano provveduto facendo precipitare grosse pietre per i pendii di cui era ricco il paese. Zanellini Anselmo, si nomava costui, uno degli uomini più buoni e onesti che abbia mai conosciuto. Avendo chiesto il visto per l’Australia per raggiungere il figlio Beppe ivi emigrato,  lo stato australiano glielo aveva negato utilizzando il pretesto che, pensate, risultando socialista era da considerare un pericolo eversore.  In effetti socilista lo era, ma socialsita vero, pacifico, onesto e vertiginosamente corretto. Di quella razza di socilisti di un tempo dei quali già negli anni settanta era difficile trovare traccia. Riporto un episodio per illustrare che tipo di socialista fosse. Essendo diventato consigliere comunale per il suo partito, tornando a casa un giorno vide serviti in tavola uova che egli non ricordava di avere acquistato. Chiesto chiarimenti in merito alla moglie e saputo che era venuto il tale a portarli, ordinò subito di comprarne altri e provvedere alla restituzione. Quel che lui voleva per desinare era il frutto del proprio lavoro; né accettava di mangiare, poco o tanto che fosse, alle spalle della povera gente. Naturalmente non fu capito, né da coloro che le uova (fresche di gallina) avevano portato, né dalla moglie. Con il primo gli fu possibile spiegarsi, con la moglie no. Quell’omaggio che a lui spettava e non ricevette, glielo dedico io oggi. A sua memoria e a memoria dei tanti che hanno combattuto, pagando in teste rotte, prigione, fame e persino morte, battendosi in favore dell’eguaglianza, della giustizia e la cooperazione tra gli uomini.

MUJJERI, moglie. Soggetta, quasi schiava del marito. Autorevole ma soggetta; e che però lavorando per vie traverse, poteva diventare padrona del marito.

LINJHIRI (foneticamente simile a un LINCHIRI aspirato), riempire. Linchiri i botti, linchiri d’acqua, linchirsi i vinu…

ARRAGGHIA, raglia. Verso dell’asino. Pari u ciucciu quandu arragghia. Detto di uno/unaa che sbadiglia sonoramente.

CIUCCIU, somaro. Usato spesso per descrivere modi di fare simili a quelli dell’asino. “Si jettau comu a nu ciucciu”: si è coricato come un somaro, cioé buttandosi a corpo morto.

MEDUJA, cervello, materia cerebrale. A proposito del rotolare pietre, nello stesso tempo e luogo (vedi voce RUMBULIJARI), si erano evocate le possibili conseguenze dell, atto dicendo “ci capitava una ‘ntesta, a meduja!“. Fosse capitato a qualcuno di riceverne una in testa, il cervello…

SCAFAZZARI, schiacciare. Come nel caso di chi avesse ricevuto una pietra in testa. Scafazzari a meduja. Usato spesso come minaccia: ti scafazzu.

JINESTRA, ginestra. L’addobbo delle chiese nella festa di Bejivirdi! Il prfumo, i disegni con i petali della ginestra e altri fiori. I canti, la devozione, l’unità di popolo, l’unica che i padroni concedessero!

FARTICCHIA, FUNGI, funghi. Ma anche fungiceju, vezzeggiativo, sta per funghetti, ma anche per vezzeggiare un ragazzino, per dire che è in boccio.

FETI DU NASU, uomo da prendere con le molle. ‘Ndranghitista. Persona irascibile, poco raccomandabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: