Skip to content
10 marzo 2015 / miglieruolo

A volte quando piove

dal blog di lunanuvola

di Maria G. Di Rienzo

***

(“Sometimes When it Rains”, di Gcina Elsie Mhlophe, poeta sudafricana contemporanea. Trad. Maria G. Di Rienzo. Gcina è anche attivista, attrice, drammaturga, regista, scrittrice e cantastorie in quattro lingue: inglese, afrikaans, zulu e xhosa. Ha circa 55 anni – non so dirlo con esattezza perché i documenti non vanno d’accordo l’uno con l’altro e in essi la sua data di nascita spazia fra il 1958 e il 1960.)

gcina

A volte quando piove

sorrido fra me

e penso a quelle volte in cui da bambina

stavo seduta da sola

a riflettere sul perché la gente aveva bisogno di vestiti

A volte quando piove

penso ai tempi

in cui correvo sotto la pioggia

gridando “Nkce – nkce mlanjana

Quando crescerò?

Crescerò domani!”

A volte quando piove

penso al periodo

in cui sorvegliavo le capre

e correvo via così veloce dalla pioggia

mentre le capre sembravano godersela

A volte quando piove

penso a quelle volte

in cui dovevamo spogliarci

reggere i piccoli fagotti di uniformi

e libri

sulle nostre teste

e attraversare il fiume dopo la scuola.

A volte quando piove

ricordo i momenti

in cui pioveva a dirotto per ore

e il nostro fusto si riempiva

così non dovevamo andare a raccogliere acqua

dal fiume per un giorno o due

A volte quando piove

piove per molte ore senza interruzione

Io penso alle persone

che non hanno nessun luogo dove andare

nessuna casa che sia loro

e nessun cibo da mangiare

Solo acqua di pioggia da bere

A volte quando piove

piove per giorni senza fermarsi

Io penso alle madri

che partoriscono nei campi occupati

sotto ripari di plastica

alla mercé di freddi venti rabbiosi

A volte quando piove

penso agli “illegali” in cerca di lavoro

nelle grandi città

mentre scansano i furgoni della polizia nella pioggia

sperando che arrivi l’oscurità

così da poter trovare qualche angolo bagnato

in cui nascondersi

A volte quando piove

piove così forte che porta anche grandine

Io penso ai prigionieri a vita

in tutte le galere del mondo

e mi chiedo se ancora amano

vedere l’arcobaleno alla fine della pioggia

A volte quando piove

con i chicchi di grandine che mordono l’erba

non posso fare a meno di pensare che sembrano denti

molti denti di amici che sorridono

Allora mi auguro che chiunque altro

abbia qualcosa per cui sorridere.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: