Skip to content
2 giugno 2015 / miglieruolo

agguato di Luciana Riommi

dal blog “Leggere riflettere scrivere” di Luciana Riommi

 

(foto di Maria Caruso)

mi seguiva
l’ombra di un pensiero
(e s’era fatto scuro)
stava in agguato
ai margini del senso di realtà
dove
al confine tra tacere
e stare appeso a un chiodo
tracciava segni insoliti :
dava figura a voci
come vedesse (forme) nell’oscurità

***

C ‘è differenza tra una buona poesia e una qualsiasi scelte tra quelle di Luciana Riommi: che la buona poesia ti mantiene nel consueto proprio all’arte di suggerimenti, carezze all’anima e pensieri liberi (finalmente!); che la qualsiasi di Luciana Riommi lascia il segno (sebbene non sia né violenta, né aggressiva), scuote certezze e fiducia nella propria attitudine a vedere. Una poesia che non può essere ignorata, non ti permette di ignorarla. Un chiaro enigma che dura a lungo e a volte si scioglie. Che è ostinata, non concede il distacco dai suoi significati, né von docilità si piega, o cede alle tue richieste. Non è poesia di facili costumi. Ti si appiccica addosso e pretende da te che indaghi, che ponga domande, che acquisisca qualcosa di lei e della qualita sua.

Pur essendo pura essenza di bellezza, sfera trasparente, una bolla di sapone iridiscente, è anche indistruttibile. Una volta data, non può più restare ignorata.
Come un invito di bella donna, invito serio alla vita, implicito, privo di civetteria.
Non c’è scampo: Seduce.
La donna e la poesia, nel campo dell’immaginario, sono le uniche realtà che rendono al mondo il senso suo proprio deteriorato. Credo che Luciana Riommi ambisca farlo anche nella professione. Glielo auguro.

Mauro Antonio Miglieruolo

*

Luciana Riommi, nata a Roma, psicologa e psicoterapeuta, collabora con l’A.I.E.D. dal 1995, presso la sezione “Giuseppina Teodori” di Ascoli Piceno e presso il “Centro Adolescenti” della sezione di Roma.
Ha pubblicato:

  • “Analisi e tempo”, Rivista di psicologia analitica, 1989
  • “La tecnica junghiana” (con M. Pignatelli), in Trattato di psicologia analitica, vol. 2, UTET, 1992
  • “Joseph Roth e l’anima che muore” (con G. Baldaccini), Rivista di psicologia analitica, 1999
  • “Un’ombra” (racconto), in AA.VV., Quel giorno in un attimo, Giulio Perrone Editore, 2011
  • “Il deserto dei libri”, rivista Fermenti, n. 238/2012
Eccola:
 
2giugnoluciana_riommi-203x300
Bella donna, affascinante ancora nonostante l’usura del tempo (le parole mie, ma il riconoscimento è della consorte). Di mio aggiungo che esprime premura e benevolenza. Nonostante la diffidenza personale per i terapeuti, non rifiuterei (credo) di lavorare con una persona con una tale palese capacità di comunicare. E disponibilità a tentare di capire.
Mam
Annunci

11 commenti

Lascia un commento
  1. lallaerre / Giu 2 2015 00:17

    Come sempre, devo ringraziarti non solo per la proposta di un mio testo, ma per le parole che mi rivolgi – e che dire ‘lusinghiere’ è dire poco! Grazie anche alla tua consorte, gentilissima.

    Ora però, caro Mauro, devo informarti della decisione, presa insieme ad altri blogger, di sospendere temporaneamente l’accessibilità al blog, rendendolo privato, in attesa che si faccia chiarezza sulle nostre eventuali responsabilità circa gli adempimenti richiesti dalla “cookie law” che entrerà in vigore il 3 giugno. Tu ne sai niente?

  2. lementelettriche / Giu 2 2015 10:49

    Mi piace molto Luciana e spero sempre di poterla leggere presto.
    Per averla scoperta devo ringraziare all’infinito la mia amica Cristina Bove.

    • lallaerre / Giu 2 2015 14:48

      sono io che ringrazio te, per l’attenzione e la stima, oltre che per le “storie” che sai costruire…

    • miglieruolo / Giu 3 2015 23:33

      Anche io ringrazio Cristina Bove per avermi fatto scoprire Luciana Riommi. Persono a cui voler bene, poetessa da seguire con dedizione.

  3. cristina bove / Giu 2 2015 12:00

    tutto ciò che pensa Mauro della tua poesia, lo condivido in pieno, e lo sai.
    ricordo le tue prime poesie, capitando per caso sul tuo blog, e quanto mi fossero piaciute!
    quando la poesia è, È.

    grazie per questo bellissimo “agguato”
    cri

    • lallaerre / Giu 2 2015 14:51

      Cristina cara, io ti sarò sempre grata della fiducia che mi hai accordato fin dai miei primi balbettamenti… è da te che ho tratto il coraggio di continuare a esprimermi nei modi che sento congeniali. E oggi, con la chiusura, spero temporanea, dei nostri blog mi sento immensamente più povera!

      • cristina bove / Giu 2 2015 16:23

        è stato un bellissimo incontro, di cui sono grata a questo mezzo ineguagliabile che adesso ci viene negato. ma io spero che sia per poco e che si possa tornare a dialogare attraverso la poesia e l’arte, e a condividere emozioni.
        un caro abbraccio!

    • miglieruolo / Giu 3 2015 23:34

      quando la poesia è, È.

      Che altro aggiungere? Non saprei proprio…

  4. lallaerre / Giu 2 2015 14:54

    Poiché ora non si può accedere al mio blog (dove era specificato), desidero precisare qui che la bellissima foto della barca è opera della cara amica Maria Caruso, che mi ha consentito di associarla alla mia poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: