Skip to content
6 luglio 2015 / miglieruolo

La Pazza

(“I Am the ‘Crazy Ex-Girlfriend’ the Men in Your Life Talk About, And I Have a Few Things to Say…”, di Tilly, 18 febbraio 2015, trad. Maria G. Di Rienzo. Tilly ha 22 anni, è diplomata in studi di conflitto e ricercatrice sulle intersezioni fra guerra e genere. Il suo pseudonimo è “La fastidiosa femminista”. Suoi articoli sono apparsi su The Independent, The Huffington Post, Stop Street Harassment, The Line Campaign.)

Flower Explosions di Martin Klimas

Ciao. Probabilmente non ci siamo mai incontrate, ma sarai sorpresa da quanto sai già di me. Io sono la “cagna psicopatica”, la “gelosa, avida, vendicativa” ex di cui il tuo ragazzo o i tuoi amici maschi parlano sempre.

Oh no, non ho mai avuto a che fare con alcuno di loro – non ce n’è bisogno. Una volta che tu abbia sentito un uomo descrivere una delle sue ex ragazze come pazza, hai sentito la descrizione standard. Fidati.

Io ero solita bermi tutto, quando i miei partner mi facevano omaggio di narrazioni su quanto orribili erano le loro ex. Ovviamente, io venivo fuori da quelle storie piena di simpatia e di rispetto per l’uomo che le raccontava, con pure un crescente senso di orgoglio perché io non ero come quelle altre ragazze. Io ero gentile, normale, sana di mente; io non lo avrei ferito come lei aveva fatto.

Va tutto bene sino a che non capisci che per irritare un mucchio di uomini non c’è alcuna necessità di averne intenzione. Di colpo, diventava chiaro che il solo essere seccata da cose che lui aveva fatto e che mi avevano ferita era abbastanza per infuriarlo. Di colpo, che io piangessi lo faceva arrabbiare, che io fossi a disagio era inaccettabile e guai se dicevo “no” durante il sesso.

Succede che la tua salute mentale si deteriori rapidamente quando sei trattata male e perciò diventi sospettosa, ansiosa e inaffidabile – e la discarica ti aspetta. In questo modo si effettuò la mia discesa nel territorio della “pazza ex”.

Ho pochi dubbi che gli uomini con cui ho avuto relazioni mi descrivano così: diavolo, mi descrivevano come “pazza” mentre stavamo ancora insieme, allo stesso modo in cui descrivevano le loro ex. Io ho permesso loro di farlo, perché volevo disperatamente dimostrare che si sbagliavano.

La linea di confine fra me, la Normale Ragazza Sana di mente e la Cagna Psicopatica si assottigliava sino a che l’unica cosa possibile, per loro, era mollarmi. E mi va bene. Chiunque ha titolo per porre fine ad una relazione, per le ragioni che preferisce. Ma mettiamo un attimo le cose al loro posto.

Le donne sono legittimate a provare e mostrare emozioni. Siamo legittimate ad esprimere come ci sentiamo quando ci ferite, e anche se accettiamo le vostre scuse, esse da sole non fanno scomparire la sofferenza. Noi siamo legittimate a provare gelosia, specialmente se agite in modo da farci sentire come se non fossimo abbastanza per voi.

Se piangiamo, vogliamo sostegno. Se siamo infelici, vogliamo essere confortate. Nessuno ci deve queste cose e voi non siete obbligati a darle, ma una relazione dovrebbe essere – parafrasando Chimamanda Ngozi Adichie – una fonte d’amore e di sostegno reciproci.

Io ho molto chiaro come queste cose mancassero nel mio passato e davvero non è stupefacente che fossi tanto infelice. Essenzialmente, questa è la ragione che faceva di me una “psicopatica”.

Chiunque usi la salute mentale come insulto va messo in questione, ma nel caso particolare delle relazioni trovo che il farlo confini con l’abuso, in special modo perché esiste una dinamica di potere diseguale fra uomini e donne. La “Cagna Psicopatica” è un attrezzo usato per soffocare dissenso e critiche nelle relazioni e ha il potenziale per danneggiare individui vulnerabili. Perciò, gettiamolo via.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: