Skip to content
23 luglio 2015 / miglieruolo

Medievale di Cristina Bove

(dal blog di Cristina Bove)

23lug-95464_nC’è una porta nel muro dei mille ritegni
senza scritta, mimetizzata quasi
conduce dove l’io diventa noi
una mandorla oppure un grano azzurro
a volte una manciata di pistilli
e la pioggia che lucida la soglia
e controvento
apre singhiozzi agli occhi

a volte brucia
si chiude alle risate sulle rampe
come colpi d’ariete
lungo il fossato i cardini caduti
delle battaglie perse.
I vincitori restano impettiti
nelle toghe d’amianto
non li stana l’acerbo temporale.

Non li denuda il fulmine
ed il fiore
attorcigliato a fune di stagione
è dis-piacere dis-pensato ad arte

bussano senza tema di ferire
e lei riavvolge trecce dalla torre.

Annunci

2 commenti

Lascia un commento
  1. miglieruolo / Lug 23 2015 12:17

    Musica, sempre musica. E parole invece che note.

  2. miglieruolo / Lug 23 2015 12:25

    Un racconto breve. Bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: