Skip to content
31 luglio 2015 / miglieruolo

Uova

dal blog di lunanuvola  di Maria G. Di Rienzo

(tratto da “Dances with Fat” di Ragen Chastain, 2015. Trad. Maria G. Di Rienzo. Per sapere di più su Ragen potete leggere:

https://lunanuvola.wordpress.com/2013/11/13/io-ti-sto-aspettando/ )

dodici uova

Salve, sono Ragen Chastain. Conferenziera, scrittrice, danzatrice, coreografa, maratoneta, attivista, persona grassa.

Ero circa all’ottavo chilometro dei tredici che stavo percorrendo, allenandomi per la mia prossima maratona, quando la tua auto si è messa dietro di me. Non ci ho fatto troppo caso, sino a che non ho sentito urlare: “Ehi, grassa puttana!”. Mi sono fermata, mi sono girata a guardarti e tu hai colto l’occasione per lanciarmi due uova e, inspiegabilmente, un cartone per uova vuoto.

Riassumendo: due maschi adulti mi hanno lanciato uova e cartone perché oso esistere fuori da casa mia in un corpo grasso. Com’è ovvio sono due completi codardi che hanno sgommato via immediatamente, lasciandomi con un bel po’ di questioni irrisolte.

In primo luogo, come mai avevate due uova e il cartone da 12 in macchina? Avete gettato le restanti dieci ad altri ciccioni, o adesso state maneggiando dieci uova senza contenitore in auto?

Erano uova specificatamente per grassi, pianificate per il lancio, o voi ragazzi adesso avete cereali a colazione sino a che qualcuno non va a fare la spesa?

Come avete fatto a mancare una donna della mia taglia che si trovava a un metro da voi? Intendo, sono contenta di non aver dovuto marciare altri cinque chilometri coperta di uova, ma vedete di lavorarci sopra, figlioli, non si sa mai quando può capitarvi una partita a softball.

Infine, che diavolo di persone sono quelle che tirano uova ad estranei dalle loro automobili?

Ma non è finita qui. Arrivata circa al decimo chilometro sento urlare: “Tu, cagna cicciona!” e urlo di rimando: “Avete uova?” Le espressioni di quelle facce erano impagabili mentre mi chiedevano “Cosa?”. “Gli ultimi che mi hanno molestata stasera lanciavano uova. Se non ne avete siete notevolmente al di sotto della linea odierna di bullismo contro le persone grasse.” Il tizio che aveva gridato ha abbassato la testa e ha detto: “Be’, è folle. Mi spiace, signora.”

Io sto ridendo di questa cosa e mi permetto di farlo perché è accaduta a me, ma voglio chiarire che gli assalti non sono affatto divertenti. Lo scopo del bullismo è intimidire, terrorizzare, fare in modo che le persone grasse detestino se stesse, abbiano paura di andar dietro ai propri sogni, abbiano paura ad uscire di casa, paura che ogni sconosciuto sia un potenziale aggressore, paura dei nostri corpi.

Per cui, altro chiarimento: voi non mi intimidite. Questo è il mio quartiere e non ho paura di percorrerlo. Mi rifiuto di essere terrorizzata e di non uscire di casa a causa vostra, mi rifiuto di essere preoccupata da ogni automobile che rallenta perché potrebbe essere piena di stronzi che lanciano uova alla gente. Non perdo fiducia nell’umanità per quel che è accaduto, la perdo solo in voi.

E per piacere non tirate fuori la ridicolaggine che il vostro bullismo sia una “motivazione” per me e fatto per il mio bene: è stato un assalto, punto e basta. Quello che mi motiva a scrivere, danzare, partecipare a maratone, cercare di realizzare i miei sogni, essere un’attivista, è il fatto che ci sono persone grasse che odiano se stesse perché non sanno dell’esistenza di altre opzioni, che hanno paura di fare qualsiasi cosa perché ciò potrebbe significare che uomini adulti tireranno loro uova per strada, letteralmente.

In un mondo dove il pregiudizio, lo stigma, il bullismo e l’oppressione sono ammassati su di noi, il solo alzarsi dal letto e non odiare noi stessi è un atto rivoluzionario.

dipinto di boris kustodiev

(E qualche volta, aggiungo io, si può anche godere immensamente della compagnia di noi stessi… e di una creatura che fa le fusa e ci ama, sia pelosa o no.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: