Skip to content
25 ottobre 2015 / miglieruolo

Non mi vergogno del mio corpo

Un paio di settimane fa, la 26enne inglese Lindsey Swift si stava allenando con il suo ragazzo per una maratona di dieci chilometri. Un automobilista sulla stessa strada ha pensato che fosse importantissimo e legittimo abbassare il finestrino e urlarle ogni sorta di battute e insulti sui “ciccioni”.

Il brano seguente è tratto dalla magnifica risposta che Lindsey gli ha dato via Facebook:

“Non ho capito a chi stessi dicendo che sono grassa, chiaramente tu hai gli occhi e le sole altre persone presenti eravamo il mio ragazzo ed io. Ti assicuro che nonostante la tua preoccupazione io uno specchio ce l’ho e il mio ragazzo il mio corpo grasso l’ha visto, avendo occhi anche lui. Non dirlo a nessuno, ma penso che gli piaccia pure.

friends

(Ehi, ci hanno detto che siamo grasse, tu te ne eri accorta?

Santo cielo, davvero???)

Normalmente non divento “militante” su queste cose, gli idioti sono idioti. Tuttavia, capisco come commenti del genere possano far smettere di correre persone che sono meno sicure di me, e questo è vergognoso. Chiunque ha un punto d’inizio.

Lascia che ti chiarisca una cosa molto bene: io non mi vergogno del mio corpo. Non mi ha mai impedito di fare nulla che volessi fare. Il mio grasso corpo ha fatto cose che tu, sporto dal finestrino del tuo bianco automezzo, non puoi nemmeno immaginare. Il mio corpo grasso ha nuotato nelle acque cristalline dei mari thailandesi che tu probabilmente hai solo visto in televisione. Ha vissuto in paesi che tu non ti sogneresti mai di visitare e ha fatto parte di culture che la tua mente ristretta non può apprezzare. Le mie gambe grasse mi hanno portata su per le montagne più di una volta. Il mio grasso cervello parla lingue che tu probabilmente non vedi ragione di imparare, il che è il motivo per passare il tempo a sporgersi dai finestrini di una macchina, poiché non hai nulla di meglio con cui occuparlo.

Mi scuso se quel che presumo di te è sbagliato, ma ho solo le tue azioni per giudicare. Se la vista del mio grasso culo che corre (abbastanza piano, potrei aggiungere, ero decisamente sfinita) ti offende e ti rovina il viaggio, prova a guidare con gli occhi chiusi, contro un lampione.

Ma in tutta serietà, ora che ho scritto questo, mi sento dispiaciuta per te: il tuo comportamento non è normale e la tua educazione è ben inferiore alla media. Più importante ancora, ti perdono. E qui spero che nessuno, grasso o magro, con uno scopo sia scoraggiato da cose come questa. So che io non lo sono stata.

Metti in moto il cervello, prima di aprire la bocca. Lindsey.”

alex larosa

Non crederà neanche a questo, signore, ma Alex LaRosa – nell’immagine – è una modella.

plus model magazine

E anche costoro lo sono.

julie murphy

Julie Murphy, signore, è invece una giovane scrittrice di successo.

go big or go home

Questa è la copertina del suo ultimo libro, la stupenda storia di Willowdean, una ragazza GRASSA. Julie ne dice: “Come persona grassa, io contengo moltitudini. Mi identifico in molti modi – come donna, come moglie, come amica, come scrittrice, ecc. – e grassa è solo una di questo cose. E volevo che questo fosse riflesso in “Dumplin’” (titolo del libro). Mi sono impegnata affinché Willowdean (la protagonista) vivesse in pienezza, perché la versione di me quando avevo 16 anni meritava un personaggio come lei. Ora sono pronta a fare di più. “Dumplin’” non è LA storia di una ragazza grassa. E’ una dei milioni di storie che aspettano di essere raccontate.”

Maria G. Di Rienzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: