Skip to content
17 novembre 2015 / miglieruolo

Stupido

“Con l’amante esprimo le mie preferenze: il cunnilingus, così come il rapporto anale. E poi c’è la poetica del raptus, la sveltina in piedi (…) Mi capita di avere pensieri ossessivi che sono costretto a scacciare: una volta per esempio ho dovuto rifiutare un invito in trasmissione di Daria Bignardi, perché sapevo benissimo che non sarei riuscito a star lì, buono e calmo. Lei mi fa impazzire. Sarei stato sopraffatto dal desiderio…” Pupo, Panorama, 24 luglio 2015

marionetta

(Questa è una marionetta, un “pupo”, dall’aria non troppo sveglia)

Una doverosa premessa. Avevo pensato di dare a questo pezzo il titolo “Idiota”. Ma l’etimologia che indica come significato primario “individuo privato, senza cariche pubbliche” e l’uso antico del termine (idioto) come “uomo semplice” – Molto più conosce Iddio un santo idioto che un savio peccatore, Cavalca – mi hanno convinta a desistere.

Avevo allora optato per “Imbecille”, però il vocabolario ne dà, tra le altre, questa definizione: “Chi, per difetto naturale o per l’età o per malattia, è menomato nelle facoltà mentali e psichiche.” e certamente io non posso effettuare diagnosi su chicchessia.

La terza scelta era “Stupido” e questa mi è sembrata, Treccani docet, assolutamente azzeccata: “Preso da stupore, attonito, sbalordito; che è in una condizione d’incapacità o insensibilità indotta da meraviglia, sorpresa, o da altre cause fisiche o morali (…)”. Chi parla di poetica del raptus deve per forza farlo da intontito e stupefatto, per qualsivoglia causa.

Siccome la poetica è più o meno la teoria delle scelte possibili che si offrono all’autore di un testo, tali che entro i loro confini deve comunque realizzarsi il testo stesso, con il raptus che è assenza di scelta (chi ha un raptus è “rapito” dai suoi stessi sensi) fa decisamente a cazzotti. E’ però possibile che si tratti di un’espressione idiomatica, ahimè detta anche “idiotismo”, quindi di una frase che non trae significato dalla combinazione delle parti del discorso, ma dall’interpretazione di chi la usa… farne comprendere la logica ad altri, dicono i linguisti, comporta l’uso di lunghe perifrasi, ma non è questo il caso, dato che la logica manca.

Adesso che avete una cornice il più possibile precisa in cui inserire il discorso, getterò da parte tutti i distinguo e vi dirò da dove la locuzione “poetica del raptus” viene: dalla cultura dello stupro, che fra le giustificazioni fornite alla violenza maschile mette quest’obnubilamento dei sensi per cui un uomo sarebbe “sopraffatto dal desiderio” alla sola visione dell’oggetto femmina a cui tale desiderio verrà imposto. Cioè, andando ancor più terra terra, è UNA GRANDIOSA STUPIDAGGINE smentita da ogni dato reale in nostro possesso.

Ora, tutti i Pupi del mondo hanno l’inalienabile diritto a sputar pappette, pestare i piedini e dire infantili e tenere sciocchezze di cui mamme e papà sorridono, però questa sciocchezza particolare non è per nulla divertente ne’ scusabile. Nell’opinione pubblica e purtroppo nei tribunali riduce artificialmente il grado di responsabilità degli stupratori. Nei contesti sociali getta il biasimo sulle vittime di violenze e abusi, ritenute provocazioni ambulanti. Contribuisce quindi in generale a perpetuare il contesto che permette, scusa, legittima, razionalizza la violenza di genere: per vederci della “poesia” bisogna proprio indossare occhiali misogini.

Con l’amante esprimo le mie preferenze, attesta il signore, e va benone: il problema è se all’amante è permesso o no fare altrettanto. Quando la risposta è no, perché deve solo rispondere passivamente ai “pensieri ossessivi” altrui, tutta la poetica va in sterco. Maria G. Di Rienzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: