Skip to content
4 febbraio 2016 / miglieruolo

Concatenazione

di cristina bove

dal blog  Versi in transfert
Al tempo delle fioriture
trasalimenti verdi sulle strade
incontravano spigoli d’arresto
figuranti di giorni solitari
angiporti dell’anima i ricordi

era la vita a scaturire
le parole difficili di G
i riccioli di platino di W
le battute umoristiche di D
lo sguardo consapevole di G
non so perché questi particolari
visto che sono immensi
ciascuno irripetibile universo
loro cui fu trasmesso il mondo
proprio da me
e nonostante ciò fui perdonata.

Poi vennero altre voci
da galassie remote
corpi di solitudini confesse
cercare lo spiraglio delle sfere
nella parete oscura che l’impiglia

brancolare di mani
e ti ho trovato e ti ho trovata e vi ho
per quante eternità cercate
voi simili alla mia similitudine
incamminate verso l’ultrafiamma
anime figlie tutte
dell’Ein Sof

***

Spero che questa poesia sia di buon auspicio. Che oltre a gratificare chi la vorrà leggere (per poi rilegegrla) costituisca il primo segnale di un nuovo inizio.

Mauro Antonio Miglieruolo

Annunci

One Comment

Lascia un commento
  1. cristina bove / Feb 4 2016 05:30

    grazie
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: