Skip to content
3 dicembre 2016 / miglieruolo

Sinestesia Cairo ’13

di  Maged El Mahedy

***

Mi segnalano e con piacere inserisco nel blog il link della produzione dal basso a sostegno del progetto di film documentario sulla caduta di Morsi nel 2013. Morsi, portato al potere in seguito alle elezioni presidenziali del 2012,  è stato il primo ad assumere la carica di Presidente dell’Egitto con elezioni democratiche. Il 3 luglio 2013  viene deposto da un colpo di Stato che costituisce l’unico esito, purtroppo, delle manifestazioni di massa provocate dalla strisciante islamizzazione perseguita da Morsi. Il film di Maged El Mahedy documenta appunto gli avvenimenti di quei giorni.

Non conosco il taglio che il regista ha dato all’opera. Sono comunque interessato perché qualsiasi informazione che impingui quelle scarse di cui siamo in posesso sono più che benvenute. Ci aiuteranno a orientarci nelle convulsioni di una rivoluzione solo provvisoriamente interrotta.

Mauro Antonio Miglieruolo

****

L’AUTORE

Maged El Mahedy è un regista egiziano. Venuto in Italia oltre 25 anni fa, dopo una laurea in filosofia, spinto da una grande passione per la settima arte, ha studiato cinema presso la scuola di Marco Bellocchio. Autore di numerosi cortometraggi ha esordito con il suo primo documentario nel 2012: “I don’t speak good, I dance better”, premiato al Torino Film Festival 2012 come miglior film documentario. Qui vi proponiamo il trailer. Piace qui sottolineare che anche il primo film è stato interamente realizzato solo grazie alla tenacia di Maged senza alcun contributo esterno.

 

 

Sinossi del film:

É il 2013 e l’Egitto viene investito, a distanza di soli due anni dalle primavere arabe, da una nuova agitazione. Il popolo si scaglia contro  Mohamed Morsi, primo presidente democraticamente eletto nel giugno 2012, esponente del partito dei fratelli Musulmani, scendendo in piazza e spaccando di fatto in due il Paese. Il presidente Morsi verrà deposto nel luglio 2013. Sinestesia. Cairo ’13 é un documentario socio-politico della durata di 70′, che affronta quello che viene chiamato dall’Occidente “colpo di stato” e dall’Egitto “rivoluzione”. Girato in tempo reale tra Roma e soprattutto il Cairo, l’opera viene raccontata attraverso lo sguardo di un cineasta egiziano immigrato in Italia, Maged El Mahedy, che racconta in diretta quei giorni, attraverso un originale punto di vista oscillante tra nostalgia e integrazione verso un paese che ha lasciato da un quarto di secolo e di cui ricorda il suono della Rababa e il rombo della caccia che hanno dominato la sua infanzia. Un racconto di memoria sonora tra il protagonista e la Sfinge.

Da: https://www.produzionidalbasso.com/project/sinestesia-cairo13/

Allo stesso indirizzo sarà possibile effettuare una eventuale donazione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: