Skip to content
4 maggio 2017 / miglieruolo

Che poi si torna a casa di Cristina Bove

ombre sul porfido

Luce che fa già inverno
nella definizione dei contorni
per trattenere chiuso tra persiane
un vento-ritornello e qualche giorno.

Ha preso il suo cappello
la sciarpa ed il guinzaglio
senza il cane.
Vaga per strade di periferia
fischiettando un motivo d’altri tempi
i nomi  degli amori e degli amici
di quanti sono andati.

Scatole chiuse sopra il comodino
malinconie violate dalla polvere.
Prima di addormentarsi
 libro in mano
dice a quell’ombra che gli vive dentro:
se non mi sveglierò
sapranno che facevo il finto vivo
e camminavo per dimenticare.

 

Annunci

One Comment

Lascia un commento
  1. cristina bove / Mag 8 2017 23:51

    con ritardo (sai perché) ti ringrazio.
    le cose vanno meglio, sarò più presente.
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: