Vai al contenuto
24 gennaio 2019 / miglieruolo

Magliette

Lunanuvola's Blog

spice

(immagine da “The Guardian”, 20 gennaio 2019)

Le macchiniste che lavorano all’Interstoff Apparels di Gazipur, in Bangladesh, cuciono gli indumenti per 35 pence all’ora (euro 0,399). Le loro giornate lavorative possono arrivare a 16 ore e gli straordinari sono obbligatori: ciò che guadagnano non è comunque sufficiente per vivere e tutte hanno debiti. La direzione abusa di loro non solo sulle paghe: gli ambienti sono invivibili, le richieste sono impossibili (tipo 2.000 pezzi al giorno) e se sei incinta, vomiti dalla fatica e svieni sul pavimento ti indicano la porta – a insulti.

Le macchiniste non sanno che le magliette che cuciono sono state commissionate dalle Spice Girls – nella maggioranza dei casi non sanno neppure chi siano queste ultime – ne’ che sono inviate per nave alla Repubblica Cecoslovacca, dove un’altra ditta ci stampa sopra lo slogan #IWannaBeASpiceGirl (“Voglio essere una Spice Girl”).

Le Spice Girls hanno annunciato che…

View original post 361 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: