Vai al contenuto
18 dicembre 2018 / miglieruolo

Come parlarne

Lunanuvola's Blog

(tratto da: “How to talk to your kids about porn (before the pornographers do)”, di Julie Bindel per The Guardian, 25 ottobre 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo.)

La pornografia liberamente accessibile sta alimentando i comportamenti aggressivi contro donne e bambine. Circa il 90% delle scene pornografiche più guardate contiene violenza contro le donne, secondo uno studio molto citato. Questo è il motivo per cui i genitori devono parlare della pornografia ai loro figli, prima che lo facciano i pornografi. Ma come? Un nuovo e specifico programma mirato a genitori di bambini fra gli otto e i dodici anni, che vuole tenere la “conversazione porno”, potrebbe essere d’aiuto.

Il programma, diretto da un’ong statunitense chiamata “Culture Reframed” e fondato dall’attivista anti-pornografia Gail Dines, è il primo a trattare quest’istanza complessa da una prospettiva femminista. Mira a insegnare ai genitori come avere conversazioni con i loro figli ed è…

View original post 525 altre parole

Annunci
18 dicembre 2018 / miglieruolo

Scappa dal corsetto

Lunanuvola's Blog

Il motto che accompagna la rivolta è “scappa dal bustino” (o corsetto). Migliaia di video e post in cui le donne equiparano il “regime della bellezza” loro imposto a una forma di lavoro coatto per cui non ricevono compenso alcuno stanno sciamando lungo i social media. Le ribelli stanno distruggendo i cosmetici che hanno e si rifiutano di comprarne ancora; contestano gli standard per cui, per essere “carine”, devono avere pelle chiara, grandi occhi, naso all’insù, labbra siliconate, faccia piccola, lunghi stuzzicadenti al posto delle gambe e magrezza da campo di concentramento – sono gli standard che nel loro paese mettono un terzo delle giovani donne sotto i ferri del chirurgo plastico.

Il paese è la Corea del Sud e questa qui sotto è Cha Ji-won nel classico prima e dopo.

cha ji-won

Ji-won ha cominciato a truccarsi a 12 anni nel tentativo di somigliare all’irreale figurina proposta dai media e…

View original post 299 altre parole

18 dicembre 2018 / miglieruolo

Per me la felicità è parlare

Lunanuvola's Blog

(“Happiness for me is speaking out and standing up for myself” – Kvinna till Kvinna, ottobre 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo. L’immagine di Francine Kasimba è il particolare di una foto di Bertin Mungombe.)

Francine

Francine Kasimba è cresciuta circondata da otto sorelle nella Repubblica democratica del Congo. Nonostante avesse così tante sorelle, le è sempre stato detto che sua madre non aveva figli. La ragione? Solo i maschi contavano.

Oggi Francine, a 17 anni, è la presidente della sezione giovanile dell’ong CEDEJ-GL, partner della Fondazione Kvinna till Kvinna, nella città di Uvira. L’organizzazione lavora in diversi modi per rafforzare i diritti delle donne nel paese. Promuove discussioni di gruppo in forma di forum affinché le persone possano parlare delle istanze che le preoccupano. Sia donne sia uomini sono i benvenuti a partecipare e ci sono anche gruppi specifici per la gioventù. CEDEJ-GL usa anche il teatro per…

View original post 251 altre parole

18 dicembre 2018 / miglieruolo

Himpathy

Lunanuvola's Blog

(tratto da: “No one is perfect: it’s time to change how we view and treat victims of sexual assault”, di Andrea Powell per Thomas Reuter Foundation, 19 ottobre 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo. Andrea è la fondatrice di Karana Rising e FAIR Girls.)

Io sono una sopravvissuta all’assalto sessuale e la fondatrice di un’organizzazione che ha aiutato più di 1.000 giovani donne sopravvissute al traffico sessuale a trovare la propria forza e a guarire dal trauma.

Nel 2012 incontrai e sostenni la causa di Nicole, allora una ventunenne sopravvissuta al traffico sessuale, che era stata brutalmente aggredita sessualmente da un famigerato stupratore seriale, il quale quasi la uccise a poche miglia di distanza dalla Casa Bianca.

Lo stupratore di Nicole credeva che l’avrebbe fatta franca violentando donne che erano all’interno del commercio di sesso perché, se mai si fossero fatte avanti, nessuno le avrebbe giudicate credibili mentre…

View original post 536 altre parole

18 dicembre 2018 / miglieruolo

Lupi solitari

Lunanuvola's Blog

(“Lone-wolf” terrorists and domestic violence: it’s time to start joining the dots, di Suzanne Moore – in immagine – per The Guardian, 29 ottobre 2018. Trad. Maria G. Di Rienzo.)

suzanne

L’omicidio di anziani ebrei in preghiera, bombe fatte in casa, la sparatoria contro un uomo e una donna neri in Kentucky. Tutti si stanno chiedendo: “Chi radicalizza questi tizi?” La risposta più facile è Donald Trump e la sua feroce retorica politica. Ma è davvero così semplice? L’antisemitismo stava crescendo in Europa da prima che Trump fosse eletto. Nel 2015, ebrei furono assassinati a Parigi e una sinagoga fu assalita a Copenaghen. Un rabbino e tre bambini furono uccisi a Tolosa nel 2012.

Richard Spencer, il leader della supremazia bianca che scandiva lo slogan “Gli ebrei non ci rimpiazzeranno” a Charlottesville nel 2017 sta divorziando da sua moglie, che lo accusa di averla aggredita in innumerevoli occasioni – una volta…

View original post 625 altre parole

18 dicembre 2018 / miglieruolo

Dopo la “consumazione” ritirate lo scontrino

Lunanuvola's Blog

La notizia dello stupro e del pestaggio di una migrante nigeriana 24enne, avvenuti nel 2017 in un centro accoglienza, ha raggiunto i media il 31 ottobre scorso. Gli aggressori, tutti suoi connazionali fra i 21 e i 37 anni, erano cinque: uno l’hanno ritrovato già in galera per omicidio di un altro nigeriano, tre li hanno arrestati e l’ultimo è latitante.

La Repubblica e La Stampa hanno lo stesso titolo “Bari, violentata dal branco nel centro di accoglienza: quattro arresti dopo la sua denuncia”; il primo quotidiano spiega che la giovane è stata “costretta, sotto la minaccia di un’arma da taglio, a subire un rapporto sessuale non consenziente“, il secondo dà conto delle minacce ricevute dalla vittima già al suo arrivo affinché iniziasse a prostituirsi per pagare i debiti di viaggio e della sua fuga dagli aspiranti magnaccia, poi racconta che nel centro di Bari-Palese “sin da subito, è…

View original post 424 altre parole

18 dicembre 2018 / miglieruolo

La stagione della strega

Lunanuvola's Blog

(brano tratto da: “The Season of the Witch – Max Dashu On Why We Sexualize, Trivialize, and Fear the Witch”, di Jocelyn Macdonald per AfterEllen, 31 ottobre 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo. Max Dashu, in immagine sotto, è scrittrice, ricercatrice, esperta di storia delle donne e fondatrice dei Suppressed Histories Archives – Archivi delle Storie Occultate.)

max dashu

AfterEllen: Nella cultura popolare abbiamo una concezione delle streghe come esseri brutti e ributtanti che operano magia malvagia per maledire o ingannare la brava gente. Vorrei discutere da dove viene questa idea.

Max Dashu: C’è una vasta e complessa storia culturale su questo. Siamo al termine di un lungo processo di demonizzazione delle streghe. La maggior parte delle persone hanno sentito parlare della caccia alle streghe, ma sempre per la maggior parte non sanno di che si trattasse, com’era, quanto è durata. La tendenza, negli Usa, è pensare alla caccia…

View original post 1.018 altre parole